Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 22 novembre 2010

"Otto x mille": CHI NON ESPRIME PREFERENZE DEVOLVE L'86% DELL'IMPORTO ALLA CHIESA CATTOLICA!!! Leggi & diffondi!!

La maggioranza dei cittadini credono che non esprimendo preferenze per devolvere l'8 x mille, questo importo finisca allo Stato: NON E' COSI' !!! 

I SOLDI DI CHI NON ESPRIME PREFERENZE VENGONO SUDDIVISI IN BASE ALLE PERCENTUALI DI CHI ESPRIME LA PREFERENZA:

IL 56,57% DEI CITTADINI NON ESPRIMONO ALCUNA PREFERENZA:

MA TRA IL 43,43% CHE LO FANNO L'86% LO DEVOLVONO ALLA CHIESA CATTOLICA !!!

PERTANTO ALLA CHIESA FINISCE L'86% DEI SOLDI DI CHI NON HA ESPRESSO LA PREFERENZA !!!

L'8 X MILLE PERTANTO E' UN GROSSO E GRASSO REGALO AL VATICANO!!

DIFFONDETE QUESTA NOTIZIA CHE NON CONOSCE QUASI NESSUNO !!!

Per maggiori informazioni leggi questo


Lo staff di nocensura.com
www.nocensura.com
http://www.facebook.com/nocensura

6 commenti:

Anonimo ha detto...

MEGLIO ALLA CHIESA CHE ALLO STATO, ALMENO LA CHIESA AIUTA LE PERSONE POVERE DANDO PASTI E ASSISTENZA.
LO STATO CON I POLITICI CHE CI RITROVIAMO SE MAGNA TUTTO LUI.

fritz ha detto...

non se scegli di donarli alle persone giuste...

Anonimo ha detto...

meglio alla chiesa che allo stato, ma che sei la pubblicita vivente della cei, sai quanto ha preso e mangiato la chiesa coi soldi che lo stato italiano dava alla chiesa prima dell'8 per mille sai quanto magna la chiesa e quanti privilegi ha dallo stato italiano?

cmq ricordo che l'8 per mille si puo anche destinare allo stato italiano

davedex ha detto...

tie ! fonte wikipedia

Ogni cittadino che presenta la dichiarazione dei redditi può scegliere la destinazione dell'8‰ del gettito IRPEF tra sette opzioni: STATO, Chiesa cattolica, Chiesa cristiana avventista del settimo giorno, Assemblee di Dio in Italia, Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi, Chiesa Evangelica Luterana in Italia, Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. La scelta si compie mettendo la propria firma sul modello in corrispondenza dell'istituzione prescelta.
ok?

prima dei patti lateranensi dell'84 lo stato pagava direttamente il clero per le varie "disaventure " nel secolo prececedente a quanto pare chi voleva l'unita d'italia proprio non sopportava il peso della chiesa e voleva uno stato piu laico.



secondo me, non e giusto che lo stato finanzi direttamente entita religiose secondo me, in germania solo chi e formalmente aderente a una confessione religiosa o religione organizzata puo devolvere e scaricare dalle tasse quel determinato finanziamento. Cosi dovrebbe essere io da laico ateo convinto, ma rispettoso della fede altrui penso che chi e aderente possa dare il suo contributo alla sua confessione ma che la restante popolazione che non lo e o non lo e formalmente debba poter essere libera di pagare le tasse in modalita trasparente

Anonimo ha detto...

meglio a nessuno, la chiesa ci paga gli avvocati per difendersi dalle accuse di pedofilia, non aiutano nessuno, è solo apparenza e propaganda vaticana

fox8

Anonimo ha detto...

Diamo l'otto x mille alla ricerca e no a una chiesa che ormai pensa solo ad arricchirsi, e come se non bastasse, ha anche il coraggio di difendere spudoratamente i preti molestatori.
Ribelliamoci di fronte a questo scempio immorale!
E questo lo chiamano il ministero di Dio...non crediamo più a queste balle a cui non crederebbero nemmeno i bambini dell'asilo.
Uniti possiamo vincere non lo dimenticate!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi