Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Contenuti (tag)

varie democrazia leggi lobby casta editoriale governo esteri economia scandali fatti e misfatti salute mass media diritti civili giustizia ambiente USA sanità crisi centrosinistra centrodestra diritti umani povertà sprechi forze dell'ordine scienza libertà censura lavoro cultura animali infanzia berlusconi chiesa centro energia internet mafie europa riceviamo e pubblichiamo giovani OMICIDI DI STATO notizie banche carceri eurocrati satira immigrazione renzi scuola facebook euro grillo manipolazione mediatica guerra bilderberg pensione mondo signoraggio alimentari massoneria poteri forti Russia sovranità monetaria razzismo manifestazione finanza debito pubblico tasse israele siria disoccupazione UE ucraina travaglio agricoltura marijuana militari banchieri mario monti trilaterale califfo canapa germania geoingegneria ISIS terrorismo Grecia bambini obama vaticano Traditori al governo? big pharma inquinamento ogm palestina parentopoli napolitano enrico letta cancro vaccini tecnologia PD nwo equitalia Angela Merkel BCE armi austerity sondaggio umberto veronesi meritocrazia suicidi fini magdi allam nucleare cannabis m5s ministero della salute privacy video assad clinica degli orrori eurogendfor informatitalia.blogspot.it Putin marra sovranità nazionale staminali CIA bancarotta boston bufala droga monsanto prodi INPS elezioni fondatori del sito globalizzazione iene iraq politica troika evasione matrimoni gay nigel farage acqua anatocismo fmi nikola tesla società usura 11 settembre diritti draghi fisco fukushima golpe moneta pedofilia rothschild stamina foundation Aspen Institute FBI Giappone Onu africa alimentazione francia imposimato nsa ricchi terremoto torture Auriti Marco Della Luna adam kadmon aids attentati autismo bavaglio costituzione federico aldrovandi fiscal compact giuseppe uva lega nord nato petrolio roma servizi segreti sicilia slot machine sovranità individuale Cina Fornero Unione Europea borghezio casaleggio controinformazione corruzione crimea famiglie fed forconi giovanardi giustizia sociale goldman sachs influencer islam mario draghi mcdonald mes mossad pecoraro scanio propaganda proteste psichiatria rifiuti rockfeller sciopero spagna storia suicidio svendita terra turchia violenza virus aldo moro arsenico barnard bonino carne chico forti dittatura edward snowden elites false flag frutta inciucio india laura boldrini magistratura marine le pen no muos no tav nuovo ordine mondiale precariato prelievi forzoso privilegi prostituzione ungheria università vegan 9 dicembre Ilva Muos NASA Svizzera alan friedman alluvione chernobyl corte europea diritti uomo delocalizzazione dentisti diffamazione disabili donne ebola educazione elettrosmog esercito europarlamento farmaci gesuiti gheddafi hiv ignazio marino illeciti bancari illuminati informazione islanda latte legge elettorale marò microspia mmt ocse orban paola musu pensioni radioattività ricerca riserva aurea salvini sardegna sigaretta elettronica sigonella sindacati spread stati uniti stefano cucchi taranto telefono cellulare truffe online vegetariani veleni Alzheimer Chomsky Consiglio dei Ministri ETA Enoch Thrive Nichi Vendola PNL aborto aborto forzato affidamento amato anonymous anoressia antonio maria rinaldi argentina armeni arrigo molinari asteroidi baschi bersani bettino craxi bill gates bin laden boicottaggio boldrini brevetto btp by calcio cambiamento camorra carabinieri cervello chemioterapia cipro class action claudio morganti commercio di organi comunicazione contestazione controllo mentale corte dei conti cosmo cravattari crescita crocetta curiosità daniel estulin danilo calvani david icke davide vannoni degrado dell'utri denaro dentista denuncia disastro discriminazione diseguaglianza dogana domenico scilipoti dossier duilio poggiolini ebook egitto eroina etica eurexit fallimento fiat fido finanziaria fisica fisica quantistica follia fondi d'investimento genocidio ghiandola pineale giorgio gori girolamo archinà giuliano amato gold hollande ilaria alpi illiceità bancarie impresentabili indagini infermieri insetti interessi iran istruzione le iene libia lucio chiavegato luna malattie malta maratona mariano ferro mastropasqua meccanica quantistica melanoma messaggi subliminali messico metalli pesanti meteorite microchip microonde mistero mk ultra multe musica natura obbligazioni oligarchi omofobia oppt overdose papa francesco paradisi fiscali parkinson parma partito pirata patrimonio pena di morte pensiero positivo pesticidi phishing pianeti extrasolari piero grasso pizzarotti plastica polonia polverini pomodori portogallo pregiudicati presidente della repubblica prostata pubblica amministrazione quantum r-fid recessione regno di gaia riformiamo le banche rigore risveglio coscienze saddam sangue satana schiavi scie chimiche scippatori scoperto secessione senzatetto sert sfratto sisa snowden spammer speculazione spionaggio studenti tabacco tasso d'interesse teri terra dei fuochi tossicodipendenza trasfusioni trattato di velsen troll trust tsipras turismo twitter universo uranio impoverito uruguay vati verdura vessazioni veterinario bravo roma veterinario gianicolense vulcano wikipedia yellowstone
Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 8 novembre 2010


Leggete questo testo con la massima attenzione, fatelo con calma, con cura, soffermandovi a riflettere ad ogni "punto", cercando di "identificare" le strategie qui illustrate, nei programmi televisivi che fanno parte della nostra quotidianità. La maggioranza di queste tecniche le abbiamo davanti ai nostri occhi, tutti i giorni, tuttavia spesso non ce ne rendiamo conto,  ma sono ben riconoscibili. Di rosso, abbiamo scritto le nostre considerazioni. 

La strategia della distrazione 
L’elemento principale del controllo sociale è indubbiamente la "strategia della distrazione", ovvero deviare l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dei cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti. La strategia della distrazione è anche indispensabile per impedire al pubblico d’interessarsi alle conoscenze essenziali, nell’area della scienza, l’economia, la psicologia, e molto altro. Mantenere l’Attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza. Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).
  Questo aspetto è sicuramente molto evidente: attualmente, il tema "di distrazione di massa" è la vicenda della povera Sarah Scazzi: che, diciamolo pure, è sicuramente una vicenda "accattivante", ideale per monopolizzare i cervelli di molti. Quando il piatto piange, i media possono sempre montare un caso ad arte: ricorderete qualche anno fa, quando ogni giorno i TG parlavano dell' "emergenza cani": riportando quotidianamente casi di aggressioni canine: il governo intervenne tempestivamente, con grande consenso popolare, per inasprire le normative, quasi si trattasse di un'emergenza nazionale: ma se pensiamo che in Italia ci sono 6 milioni di cani, un'aggressione al giorno, è un fenomeno fisiologico: la situazione era quella prima della fantomatica "emergenza cani", e probabilmente è cosi anche ora: ma i media non ne parlano.

Creare problemi e poi offrire le soluzioni. 
Questo metodo è anche chiamato “problema- reazione- soluzione”. Si crea un problema, una “situazione” prevista per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Ad esempio: lasciare che dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, o iniziare a conferire agli episodi violenti la massima visibilità: in modo che sia il pubblico a richiedere leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito della libertà.  O anche: creare una crisi economica per far accettare come un male necessario la retrocessione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.
L'esempio riportato sopra dell' "emergenza cani", è annoverabile anche in questa categoria: si crea un problema, per risolverlo con il consenso popolare. Qualche anno fa, veniva dato moltissimo risalto ai reati commessi dagli stranieri: quando un immigrato commetteva un crimine, massima visibilità, telegiornali e quotidiani titolavano "EXTRACOMUNITARIO commette reato X"  mettendo in evidenza, prima di tutto, proprio la nazionalità: spingendo i cittadini a odiare gli stranieri e a chiedere maggiore sicurezza: (i cavalli di battaglia di alcuni partiti, uno in particolar modo...). Adesso invece non ne parlano quasi mai, salvo rari casi: fateci caso. Che i quasi 5 milioni di stranieri che prima sembrava mettessero a ferro e fuoco l'Italia, siano diventati tutti bravi di punto in bianco? Oppure questo si spiega, con il fatto che parlarne adesso sarebbe controproducente per chi governa? 
Ora, al contrario, hanno tutto l'interesse, nella fattispecie degli extracomunitari, a dire che i crimini sono diminuiti: e senza il bombardamento mediatico, potremmo avere l'impressione che ciò sia vero.


La strategia della gradualità. 
Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socioeconomiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni ‘80 e ‘90: Stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero state applicate in una sola volta. Ogni anno "decreti sicurezza"... ogni anno inasprimento delle sanzioni del codice della strada... ogni anno, qualche diritto in meno... etc etc

La strategia del differire. 
Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria”, ottenendo l’accettazione pubblica, nel momento, per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro che un sacrificio immediato. Prima, perché lo sforzo non è quello impiegato immediatamente. Secondo, perché il pubblico, la massa, ha sempre la tendenza a sperare ingenuamente che “tutto andrà meglio domani” e che il sacrificio richiesto potrebbe essere evitato. Questo dà più tempo al pubblico per abituarsi all’idea del cambiamento e di accettarlo rassegnato quando arriva il momento.
La riforma delle pensioni fatta da Prodi, ricorderete il famoso "scalone", è uno dei tanti, tanti esempi...

Rivolgersi al pubblico come ai bambini. 
La maggior parte della pubblicità diretta al gran pubblico, usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, molte volte vicino alla debolezza, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente mentale. Quando più si cerca di ingannare lo spettatore più si tende ad usare un tono infantile. Perché? “Se qualcuno si rivolge ad una persona come se avesse 12 anni o meno, allora, in base alla suggestionabilità, lei tenderà, con certa probabilità, ad una risposta o reazione anche sprovvista di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno” (vedere “Armi silenziosi per guerre tranquille”). Fate caso al modo di esprimersi dei "grandi conduttori":  una donna in particolare, che conduce un programma pomeridiano, (peraltro il classico "programma di distrazione") oltre a rivolgersi al pubblico come se parlasse con dei bambini, adotta anche una mimica facciale ad hoc. Fate caso al modo di esprimersi che hanno i conduttori del grande fratello... altro programma di distrazione di massa. Da notare, che la tecnica della "comunicazione infantile", viene adottata, in particolare, proprio nell'ambito dei "programmi di distrazione" fini a se stessi.

Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione. 
Sfruttate l'emozione è una tecnica classica per provocare un corto circuito su un'analisi razionale e, infine, il senso critico dell'individuo. Inoltre, l'uso del registro emotivo permette aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o indurre comportamenti.
Anche questo elemento, lo si riscontra a pieno titolo nell'ambito delle situazioni descritte qua sopra....

Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità. 
Far si che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù.  “La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori". I tagli alla scuola, motivati come "spiacevoli ma necessari" ( e qui si ritorna al discorso affrontato poco sopra, su come fare accettare le decisioni al popolo) non sono certo casuali: tagli e continui tagli, al punto che l'italia è il penultimo paese tra i paesi ocse come abbiamo illustrato nel servizio di pochi giorni fa.

Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità. 
Spingere il pubblico a ritenere che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti.
Questo avviene facendo raggiungere alte vette di successo a persone assolutamente dementi; facendo divenire status symbol gente che non ha la testa di fare 2+2; inoltre, anche il cinema, sin dagli anni 50' ha sempre imposto modelli "bello e dannato", quello che beve, fuma, magari si droga, e guida spericolato, appare il "furbo" stimabile, mentre chi studia, e ha uno stile di vita sano, appare come uno "sfigato": la maggioranza dei giovani si offendono decisamente di più, se gli dici "secchione" che se gli dai dell'imbecille... dovrebbe essere un pò l'incontrario... comunque...


Rafforzare l’auto-colpevolezza.
Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e s'incolpa, cosa che crea a sua volta uno stato depressivo, uno dei cui effetti  è l’inibizione della sua azione. E senza azione non c’è rivoluzione! Niente da aggiungere!!!

Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscono. 
Negli ultimi 50 anni, i rapidi progressi della scienza hanno generato un divario crescente tra le conoscenze del pubblico e quelle possedute e utilizzate dalle élites dominanti. Grazie alla biologia, la neurobiologia, e la psicologia applicata, il “sistema” ha goduto di una conoscenza avanzata dell’essere umano, sia nella sua forma fisica che psichica. Il sistema è riuscito a conoscere meglio l’individuo comune di quanto egli stesso si conosca. Questo significa che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un controllo maggiore ed un gran potere sugli individui, maggiore di quello che lo stesso individuo esercita su sé stesso. Niente da aggiungere!!! Parole SANTE...



Il "decalogo", è stato scritto dal celebre Noam Chomsky filosofo e teorico della comunicazione statunitense, mentre le valutazioni scritte in rosso le abbiamo curate noi. Ciascuno di noi coglierà aspetti diversi, per riportare alla quotidianità le teorie di Chomsky: offriteci il vostro spunto di riflessione, confrontandoci potremo avere una visione d'insieme più completa, su un tema molto importante quanto attuale. Così come è difficile rubare il portafoglio a qualcuno che conosce le intenzioni del ladro in anticipo, è difficile manipolare chi è a conoscenza della volontà di manipolare...

I commenti "in rosso" sono  a cura dello staff di nocensura.com

staff nocensura.com


Condividi su Facebook

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho conosciuto questo sito e il vostro gruppo FB da pochi giorni e leggo con interesse ciò che pubblicate. Questo articolo è fenomenale ho condiviso e inviato via email ai miei amici perchè sono cose verissime e che sono davvero a fronte di tutti ma nessuno valuta mai. Siete mitici davvero grazie del vostro lavoro ragazzi. Simone

Anonimo ha detto...

Salve, ho letto con molto interesse l' articolo postato e la prima cosa che farò è condividere queste informazioni con tutti perchè tutti devono sapere, solo una cosa, sapreste dirmi anche dove posso trovare il libro ARMI SILENZIOSE PER GUERRE TRANQUILLE ?? vorrei approfondire l' argomento.
Grazie di tutto.

Anonimo ha detto...

Ragazzi continuate, continuate.
C'è bisogno di conoscere queste cose, a fondo e bene.
Stiamo retrocedendo alle epoche primordiali, dove l'uomo non aveva nulla e..rischiamo con nulla ritrovarci in mano.

Verissime le cose scritte e da voi riportate.Purtroppo l'azione effettuata viene svolta sul LATO DEBOLE dell'uomo e tutto si fa per esaltarlo fino a farne occupare primi posti e priorità, non solo mediatiche, non solo economiche, non solo politiche ma anche nella quotidianità di tutti i giorni, in modo che l'INDIVIDUALITA' stessa ne sia ammantata così come altrettanto quella intorno al nucleo FAMILIARE.
--Continuerò a seguirvi ed a confrontarmi con voi.
PIETRO LUIGI CRASTI
http://pietroluigicrasti.myblog.it

Ramona ha detto...

Rafforzare l’auto-colpevolezza.
Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. >>> Non a caso, su facebook abbondano gli esaltati del "volere è potere, le scuse sono dei perdenti", dove guarda caso aderiscono tanti figli di papà cresciuti nella bambagia che non sanno minimamente cosa voglia dire lottare per ottenere ciò chesi vuole, che tanto ci pensa paparino.

Anonimo ha detto...

il problema e' che io e voi che troviamo articoli come questo il contenuto un po' gia' lo conoscosciamo ma chi lo ignora non lo leggera' mai anzi neanche se lo inmagina

Drvso ha detto...

gli articoli sono sempre interessanti e vale la pena impegnare tempo per leggerli, però ho una supplica: mettete il testo su sfondo monocromatico, perché altrimenti la lettura diventa difficoltosa...

Anonimo ha detto...

e sempre stato cosi vene accorgete adesso?svegli che siete!

Anonimo ha detto...

sono tutte cose vere....sono anni che le spiego a chi conosco.....ma nessuno ascolta sono tutti presi dal calcio ...grande fratello.....zelig...ecc...ecc. ahi loro cervelli è stato fatto il lavaggio....nn vedono i veri problemi qualli sono.......

Giuseppe R. ha detto...

Ottima analisi, non si finisce mai di ripeterlo.
Soprattutto sulla cultura occorre diffondere fin dall'adolescenza opere come 1984 e La Fattoria degli Animali di Orwell per stimolare la riflessione critica unita alla fantasia e alla capacità di ribellare/liberare la mente prima e il corpo poi.
Era anche la scuola tentata dai rivoluzionari dell'eudcazione, come Lorenzo Milani a Barbiana.

Giuseppe R. ha detto...

PS
Vorrei aggiungere che anche alcuni programmi percepiti come satira e critica alla libertà di espressione finiscono per aumentarne (inconsapevolmente?) l'effetto.
Per esempio cartoni animati di grandissimo successo come i Simpsons contribuiscono a esaltare una visione dell'individuo in cui l'imbecille (Homer) è l'ideale a cui puntare e la violenza dei comportamenti e la volgarità una barzelletta.
Critica? O semplicemente ridiamo su questo perché ormai ci siamo abituati dalla vita quotidiana che viviamo?
Anche Blob e Striscia la notizia possono essere considerati esempi di questa tendenza.
E il peggio è che mi sento intelligente se guardo questi programmi e rido. Mi fanno sentire "ribelle" - mentre sono conformista ancor di più.

Anonimo ha detto...

a questo proposito vorrei aggiungere un link. E' utile che siti impegnati ad informare e ad aprire le menti si scambino informazioni. più cose si sanno e meno ci possono fregare. Perchè ti possono portare via tutto tranne la tua cultura. Quella ti rimarrà per sempre
http://www.disinformazione.it/

Andrea ha detto...

beh che dire, molte cose sono palesi, come la distrazione dei media, altre un po' meno. onestamente ci sono un paio di punti nei cui confronti non sono molto d'accordo ma ovviamente ognuno ha una sua idea ed è giusto che sia così.
purtroppo voglio dissentire sul fatto della cultura. secondo me non è questione di cultura e ignoranza, quanto di stupidità intrinseca della persona a cui spesso non importa niente di conoscere, d'informarsi ecc.

Anonimo ha detto...

Prima di tutto grazie per l'impegno e per il servizio che offrite.... sapevo già di queste cose! Purtroppo se ne interessano in pochi(forse vittime della strategia della distrazione?)
Però, chiunque abbia interesse ad approfondire, può trovare tanto materiale!
Solo un esempio: su youtube si può vedere "Zeitgeist Addendum"... offre molti spunti di riflessione ed aiuta ad essere più consapevoli su come opera il sistema!

Anonimo ha detto...

Non conoscevo il Filosofo citato ma, seguo da tempo gli studi di David Icke, il quale dice sostanzialmente le stesse cose da anni e, ad esclusione delle sue opinabili teorie sui "rettiliani " ,ha tracciato un percorso esaustivo sulla presunta cospirazione élitario-massonica avvalorando le sue ipotesi con studi documentati, testimoni e,tracciando previsioni attendibili sui movimenti di questo "sistema". Consiglio a tutti gli interessati su You Tube "FREEDOM OR FASCISM ITA" .

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

Seguici su Facebook

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi