Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

giovedì 25 novembre 2010


Sugli scranni delle sale consiliari italiane, siede un esercito di 159.848 tra consiglieri e assessori comunali e provinciali; scendendo nel dettaglio, i consiglieri comunali sono 120.490, mentre quelli provinciali sono 3.246. Il numero degli assessori si attesta a quota 35.254 per quelli comunali, e 858 per quelli provinciali.

::: Consiglieri: numeri e costi :::
Dal punto di vista retributivo, costituiscono "la cenerentola" della politica italiana, in quanto i loro introiti non sono certo paragonabili a quelli dei consiglieri regionali e dei parlamentari, tuttavia la loro mostruosa quantità finisce per costare alla società cifre considerevoli. I consiglieri comunali percepiscono un gettone di presenza per ogni seduta del consiglio e per le commissioni, il cui importo varia considerevolmente in base alla grandezza del comune: inoltre i comuni più grandi si riuniscono spesso, e hanno un numero maggiore di commissioni.
I consiglieri dei piccoli comuni percepiscono un indennità inferiore ai 20 euro, e il consiglio comunale si riunisce solamente una volta al mese, mentre il consigliere di una grande città ha un gettone più elevato, e tra sedute di consiglio e commissioni, può superare tranquillamente i mille Euro. Anche la retribuzione degli assessori comunali è molto variabile, dai meno di 200 euro dell'assessore di un paesino di 2.000 abitante, ai qualche migliaio di quello di una grande città. Per i consiglieri provinciali il discorso cambia: infatti oltre a incidere sul compenso le dimensioni della città, questo varia in base ai regolamenti espressi dagli stessi consessi. E' difficile, nonostante la legge sulla "trasparenza" riuscire a sapere precisamente le retribuzioni di una specifica provincia, comunque il compenso varia dai 350 Euro mensili a ben oltre i 1.200 Euro. Gli assessori provinciali, invece godono di stipendi di tutto rispetto, che possono arrivare a 60.000euro all'anno. I consigli comunali degli 8.094 comuni italiani sono composti da un minimo di 12 membri, nei comuni con meno di 3.000 abitanti, fino ai 60 di quelli con oltre 1mln di abitanti. Al costo dei vari gettoni, dobbiamo aggiungere il costo del "permesso retribuito" dal lavoro, di cui possono godere tutti i consiglieri: un costo che per i "piccoli consiglieri" di paese supera quello del gettone stesso. Considerando che i piccoli comuni si riuniscono una volta al mese, mentre quelli grandi più volte, è ragionevole stimare che i 159.848 consiglieri perdano ogni mese oltre 200.000 giornate di lavoro, 2.400.000 giornate di lavoro all'anno che vengono retribuite ai consiglieri, per svolgere le loro funzioni. Ai numeri che abbiamo citato, dobbiamo aggiungere, nelle grandi città, i "consigli circoscrizionali": consessi "di quartiere" che a loro volta dispensano gettoni di presenza.


ARTICOLI CORRELATI:


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi