domenica 5 aprile 2015

Kennedy si oppose al signoraggio e pagò con la vita. Ma non era un paladino dell'umanità...


JFK si oppose allo strapotere delle banche, che creavano denaro dal nulla e indebitavano gli USA (come le altre nazioni) e pagò questa sua coraggiosa mossa con la vita. Ma da qui a dipingerlo come il "presidente buono" ce ne corre. Anche lui ha le sue ombre. 

In realtà Kennedy, ebbe un ruolo importante nel dichiarare guerra al Vietnam, quindi queste parole, ammesso che le abbia mai pronunciate, valgono quanto le espressioni gioiose di Renzi per la presunta ripresa del paese (ripresa per il c...)

Kennedy è stato l'ultimo presidente USA a mettersi contro i poteri forti; si inimicò la Federal Reserve con l'ordine esecutivo 11110 che consentiva al Ministero del Tesoro americano di stampare 'moneta di stato' fuori dal controllo della FED; denaro senza debito prontamente ritirato dal suo successore... un atto di coraggio pagato con la vita, ma questo non deve indurre a pensare che fosse un "eroe" che si è immolato per il bene dell'umanità. Ne che fosse sganciato dalle logiche tipiche del potere (altrimenti non diventava presidente degli USA)

« Abbiamo un problema: rendere credibile la nostra potenza. Il Vietnam è il posto giusto per dimostrarlo" »

(John F. Kennedy al direttore del New York Times, James Reston, nel giugno 1961) da Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_del_Vietnam



staff Cose che nessuno ti dirà di nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *