sabato 14 febbraio 2015

Il TAR ferma il Muos: ma aspettate a cantare vittoria...


Il TAR di Palermo ferma il MUOS! La notizia non poteva che suscitare entusiasmo tra i comitati che da anni lottano per difendere il territorio siciliano e la salute dei cittadini.

Ma pensare di aver vinto la partita sarebbe da poveri illusi.

L'installazione di Niscemi infatti fa parte di un sistema mondiale, che prevede 4 basi Muos ubicate in modo strategico, per coprire tutto il pianeta, come si evince dalla mappa di seguito.


Vorremmo tanto unirci al coro festante per la decisione del Tar di Palermo di fermare il Muos, ma non ci riusciamo. Perché alla luce di come funzionano le cose, non riusciamo ad illuderci.

Secondo voi il Pentagono rinuncerà all'installazione più importante (insieme a quella in Virginia, Usa) del sistema, dopo aver speso decine di miliardi tra progettazione e costruzione? Non scherziamo.

Non è la prima volta che il progetto Muos viene fermato, in Sicilia. Ma poi, guarda caso, è sempre ripartito. E se non ci saranno grandi sorprese a livello geopolitico (cosa improbabile) ripartirà. E' questione di tempo.

Gli stop servono per dimostrare ai cittadini che c'è dibattito, che è possibile fermarlo, che siamo in democrazia, etc. etc. ma gli Usa non rinunceranno al Muos.

Quando un loro pilota, giocando alla guida di un jet da guerra, sorvolando a bassa quota il Cermis, tranciò i fili della funivia e uccise 20 persone, le autorità Usa hanno impedito alla magistratura italiana di condannare il pilota. Questa la considerazione e l'autorevolezza del nostro paese rispetto agli americani. E vi illudete che rinuncino al Muos? Maddai.

La situazione sempre più calda in Libia, inoltre, con gli jihadisti che minacciano di sparare missili sulla Sicilia, è assolutamente funzionale a questo proposito. Già ci sembra di vederli, impegnati nel dichiarare che il Muos è indispensabile per proteggere la Sicilia, l'Italia e l'Europa. Se poi i jihadisti (o chi per loro) dovessero sparare un missile, ma anche un razzo, nei mari davanti alla Sicilia, la paura sarebbe tale che gli stessi siciliani probabilmente manifesterebbero per concludere il Muos in tempi rapidi. E il movimento No Muos sarebbe ridotto ad icona, tacciato di mettere a rischio la sicurezza regionale-nazionale-continentale.

Ovviamente ci auguriamo che tutto questo non succeda. Speriamo che arrivi presto in Sicilia una bella nave americana e che questi smantellino e portino via l'installazione, per realizzarla in altri siti, lontani da Niscemi e dall'Italia, ma abbiamo il presentimento che non succederà.

Speriamo di sbagliarci, nel frattempo occhi aperti e orecchie "dritte"!


Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *