sabato 24 gennaio 2015

Il prof. Auriti spiega il "valore indotto della moneta"

http://youtu.be/M2SGv6lxU-U

Di Maurizio Sarlo

Oggi trattiamo il tema: QE della BCE («quantitative easing» la banca centrale fa una cosa semplicissima: stampa moneta e con i soldi “nuovi” compra sul mercato finanziario titoli di Stato (o di altro tipo)
Quante stupidate dovremo ancora subire dai Soloni che Governano il Mondo?
Quanto dovremo attendere il momento nel quale, la maggioranza degli elettori, comprenderanno il ladrocinio perpetrato ai nostri danni, da sempre, e negli ultimi 100 anni in particolare?
Ci “prestano autorità verbale" (ovvero, regole complicatissime fatte legiferare ai vari Governi burattini, condite da bit elettronici e carta stampata: entrambi del valore di zero centesimi) e - in cambio - pretendono il reale tempo e talento delle Masse (che sgobbano e sudano sino alla morte). Convinciamoci: il baratto fra le Parti (Autorità costituite, oramai tutte private, e le Masse) è nullo! Facciamo finire questa truffa abominevole!
Serve una sovranità monetaria definitiva; etica come lo deve essere nel terzo millennio; improntata su un “buon programma politico generale”; una sovranità nella quale si ponga l’equilibrio fra i costi (infrastrutture, servizi strategici e dipendenti tutti a carico dello Stato moderno) e i benefici di tale Stato moderno (ovvero: pace e libertà dei singoli e loro felice prosperità, grazie al libero mercato). Un “buon programma” dove l’Istituto delle tasse sarà completamene azzerato (anche se a convincere di tale semplice realtà non sarà per nulla facile)!
Grazie alle modernità tecnologica tutto ciò è invece possibilissimo. Mettendo in atto un “buon programma politico”, nel terzo millennio, l’inflazione diventa teoria illogica e perfettamente controllabile.

Con il “buon programma politico” serve mettere assieme nuovi principi etici, così come alcune regole ferree, da far rispettare con l’amore e la fermezza del “buon Padre di famiglia”. Esempio: visto gli incentivi promossi in tale “buon programma”, l'emissione dei Titoli di Stato verso il mercato privato, così come avviene oggi, non può essere permessa (ai privati che sono stati invogliati ad acquistare i vecchi Titoli di debito Statale, per risparmio e/o speculazione, il nuovo Stato garantisce l’equivalente valore, attraverso l’emissione di garanzia di azioni del Fondo del Tesoro: uno speciale Fondo Sovrano nel quale confluiscono tutte le infrastrutture e i servizi strategici dello Stato. Fondo che garantirà equilibrio fra risparmio individuale e crescita collettiva, proprio con l’incentivo della piena occupazione, dei servizi strategici gratuiti, dello zero tasse, della sicurezza e della prosperità dei suoi Cittadini); ma, al Privato, non sarà più permesso speculare con il denaro sulle disgrazie altrui, ne di scommettere sulle Imprese (di Borsa o meno) che non producano sul suolo Italiano. Alle Banche e Finanziarie e Assicurazioni, in quanto Soggetti Giuridici - alla luce dei misfatti promossi contro il risparmio privato negli ultimi 100 anni - gli si da la possibilità di poter accettare la nazionalizzazione opportunamente proposta, oppure di rischiare di rimanere sul libero mercato ma con la concorrenza della Banca Centrale dello Stato (che vorrebbe dire meritato fallimento inevitabile). Così come non potrà essere permessa l’immigrazione selvaggia e non compatibile con la pace e la prosperità del Popolo che adotta tale sistema politicamente innovativo; in tal caso, il Ministero degli Esteri, concorderà con l’omologo, dei diversi Paesi, una reciprocità di scambio/baratto che tenga conto di una reciprocità etica e di sviluppo, per la pace e la prosperità dei rispettivi Popoli. L’assunto di cui sopra è estratto da un completo programma sociale; il quale sarà proposto con un Testo, in concomitanza dell’Expo Universale Italiano 2015. La conoscenza e l’amore per il Prossimo rendono liberi e felici.

Evviva il Prof Giacinto Auriti.  Professore caro, R.I.P.  … la lotta continua

Maurizio Sarlo Segretario Generale COEMM INTERNAZIONALE (Comitato Etico Mondo Migliore)





Nome

Email *

Messaggio *