lunedì 24 novembre 2014

SCANDALOSO: eliminano lo "stabilimento di produzione" sparisce dalle etichette!

Da anni le associazioni per i diritti e la tutela dei cittadini chiedono MAGGIORE TRASPARENZA sui prodotti alimentari, ma grazie all'Europa andremo nella direzione opposta: dalle etichette infatti SPARIRA' LO STABILIMENTO DI PRODUZIONE!!! Ecco l'ennesima porcata del sistema...

Staff nocensura.com
- - -

Rischio sicurezza, a breve via stabilimento di origine dalle etichette

Stabilimento di origine: sempre più vicina la data in cui sarà tolto dalle etichette. Appello al Governo perché lo impedisca. Cosa si farà in caso di intossicazione da botulino?


Rischio sicurezza, a breve via stabilimento di origine dalle etichette


Il 14 dicembre 2014 entrerà in vigore la nuova normativa europea in materia di etichettamento dei prodotti e, di conseguenza, anche nel nostro Paese non sarà più indicato nella etichetta di un prodotto la sede dello stabilimento di produzione o confezionamento. in realtà questo tipo di informazione, attualmente è presente sono in Italia, in quanto essa non é mai stata prevista dal legislatore europeo. Fu il governo italiano a introdurla chiedendo e ottenendo il nulla osta della Commissione europea  per ragioni di sicurezza; conoscere, infatti, la sede dello stabilimento  di confezionamento del prodotto consente alle autorità di controllo di risalire con immediatezza all’impresa e all’impianto da cui il vizio di sicurezza é scaturito e attivare facilmente  le azioni correttive utili a mitigare il rischio per la salute pubblica in caso di allerta alimentare coem potrebbe accadere  in una conserva vegetale contaminata dalla tossina del botulino.



Il regolamento UE 1169/2011 ha confermato la possibilità per gli Stati membri di aggiungere prescrizioni nazionali ulteriori, da applicarsi sui prodotti commercializzati sui loro territori (reg. citato, capitolo 6), ma, a pochi giorni dalla sua entrata in vigore il governo italiano non ha espresso la sua volonta in merito all'obbligatorietà di indicazione dello stabilimento di origine di ciascun prodotto. 

Nle mesi scorsi i siti Il Fatto alimentare e Io leggo l'etichetta hanno promosso una petizione popolare raccogliendo 16mila firme, che hanno indotto il deputato Giuseppe L’Abbate del Movimento 5 Stelle, a presentere un’interrogazione rivolta al Governo e discussa pochi giorni fa, ma la risposta del governo è stata del tutto insoddisfacente, anche perché sembra che abbia manifestato la volontà di non mantenere la scritta attraverso una nota informativa diffusa alle associazioni delle varie categorie produttive lo scorso luglio e mai resa effettivamente pubblica.


Fonte: net1news.org


Nome

Email *

Messaggio *