sabato 29 novembre 2014

L'infermiera Killer di Lugo potrebbe aver ucciso 93 persone!



A cura di nocensura.com

La Procura di Ravenna rende noto che stanno indagando su 93 decessi sospetti accaduti nella clinica dove lavorava la folle infermiera killer, che uccideva i pazienti con il potassio.

La notizia è riportata un po' da tutti i media nazionali (vedi Il Messaggero, Corriere, Libero)


La cosa che lascia basiti è come siano potute passare inosservate così a lungo tutte queste morti sospette, un numero che appare sempre più considerevole. E stabilire la verità non sarà facile per gli inquirenti, visto che le sostanze utilizzate dall'infermiera svaniscono nel giro di 48 ore.

Possibile che i nostri anziani, indifesi, siano così in balia della follia di un individuo? Per non parlare dei numerosi casi di abusi scoperti in asili e strutture per disabili; e per le decine di casi emersi, centinaia passano impuniti, torture, abusi, soprusi e maltrattamenti verso i deboli, gli indifesi per definizione.

COSA ASPETTIAMO A RENDERE OBBLIGATORIE TELECAMERE DI VIDEO SORVEGLIANZA, CON REGISTRAZIONE, IN TUTTE LE STRUTTURE?!? Si tratta di tecnologie che ormai costano poco.

Le telecamere dovrebbero essere collegate con le forze dell'ordine di ogni ordine, che registrano i video e li conservano per un po' di tempo, e con i familiari degli ospiti. Le aree comuni delle strutture, le sale da gioco degli asili, le sale ricreative per gli anziani, a disposizione di tutti i familiari degli ospiti, sul web, protette da password, mentre le telecamere poste nelle camere, a disposizione dei familiari. Anche se non fossero controllate h24, l'effetto deterrente sarebbe molto forte.








Nome

Email *

Messaggio *