domenica 23 novembre 2014

La cannabis? Ha possibilità terapeutiche enormi. Speriamo di poterle presto studiare

Diego Centonze è direttore del Centro per la sclerosi multipla del Policlinico di Tor Vergata. I pazienti seguiti dal centro sono circa 2mila e di questi circa unacinquantina assumono il Sativex, l’unico farmaco a base di cannabis ammesso al commercio in Italia.
Il Sativex, fornito in ambito ospedaliero, è a carico del Sistema sanitario, ma si tratta comunque di un farmaco molto costoso: circa 700 euro per un mese di trattamento. “D’altra parte - spiega Centonze - non è solo un problema di costo della materia prima: si tratta di un farmaco brevettato, che ha richiestolunghi e costosi trial clinici e che si usa principalmente per il trattamento sintomatico della spasticità nella sclerosi multipla in pazienti che non abbiano risposto ad altre terapie”.
Un costo che rimarrà quindi immutato anche con il via libera alla produzione di cannabis in Italia. “Il Sativex - continua però Centonze - non ha saturato la domanda: molti pazienti dichiarano di avere risultati quando assumono cannabinoidi in forme diverse dal Sativex”. Da clinico, Centonze si augura inoltre che la produzione di cannabis in Italia favorisca la ricerca e l’avvio di trial clinici per studiare le possibili applicazioni dei cannabinoidi in medicina.

http://youtu.be/ZRC4ycdZiNg


Fonte: fainotizia.it



Leggi anche: Speciale Canapa indiana

Nome

Email *

Messaggio *