venerdì 12 settembre 2014

Sanzioni: la Russia sostiene aziende colpite. L'UE fa l'elemosina...

Il ministro dello Sviluppo Economico russo Alexey Ulyukayev ha annunciato che il governo sosterrà tutte le aziende russe che subiranno danni a causa delle sanzioni imposte dall'UE, che invece per sostenere le aziende colpite ha stanziato una miseria, ovvero una cifra pari al 3% dei danni.

Sanzioni che Putin si è persino concesso di deridere, sostenendo che tali misure non sarebbero idonee a danneggiare una "piccola nazione", figuriamoci se possono danneggiare la Russia.

A rimetterci con le sanzioni saranno le aziende europee che esportano in Russia. Nella maggioranza dei casi non sono grandi aziende multinazionali, ma un microcosmo di centinaia di aziende medio-piccole del settore agroalimentare e artigianale che fino ad oggi hanno fatto affari esportando i propri prodotti in Russia, un mercato che nell'ultimo decennio è cresciuto costantemente, di pari passo all'economia del colosso ex sovietico, che è decuplicata.



La Russia importa dalle piccole aziende europee, ed esporta gas e petrolio: che dirotterà nel mercato asiatico, ed in modo particolare in quello cinese.


Staff nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *