domenica 21 settembre 2014

La CIA sospende la sorveglianza in Europa: attentato in vista?


La CIA ha sospeso la sorveglianza in alcuni Paesi europei Proprio in un periodo in cui (teoricamente) la sorveglianza dell'intelligence dovrebbe essere rinforzata, alla luce delle minacce avanzate dai terroristi dell'ISIS, formazione terroristica che dispone di mezzi ingentissimi, la CIA annuncia di avere sospeso la sorveglianza su alcuni paesi europei, e tra questi secondo indiscrezioni ci sarebbe anche l'Italia.

"La voce della Russia" riporta la notizia così:

La Central Intelligence Agency (CIA) ha sospeso la sorveglianza in alcuni Paesi dell'Europa occidentale.
"Si precisa che tali misure sono state adottate per "valutare se la sorveglianza dei regimi alleati sia efficace e giustificata". E' stato precisato che si presume un divieto assoluto di operazioni unilaterali come riunioni con le proprie fonti nei governi occidentali e il reclutamento di nuovi agenti."

Fonte: http://italian.ruvr.ru/news/2014_09_20/La-CIA-ha-sospeso-la-sorveglianza-in-alcuni-Paesi-europei-3339/

Che la CIA fin dal dopoguerra operi nel nostro paese, effettuando anche operazioni "poco limpide" spesso con il supporto dell'intelligence nostrano, è notorio. Per citare un'operazione CIA in territorio italiano venuta alla luce, ricordiamo il caso dell'Imam di Milano Abu Omar, sequestrato e tradotto in Egitto, con il coinvolgimento dei nostri servizi segreti.

Non ci piace pensare che i servizi segreti USA operino in Italia, tuttavia - sempre che la notizia sia vera  - ci chiediamo come mai proprio in questo periodo di tensione internazionale sia stata sospesa la sorveglianza, anche alla luce delle recenti minacce rivolte al Vaticano, che secondo non meglio precisante fonti di intelligence straniere sarebbe finito in cima alla lista dei nemici dell'ISIS, sia perché rappresenta il simbolo del cristianesimo nel mondo, sia per le dichiarazioni di Bergoglio di alcune settimane fa  - "Fermare l'aggressore è legittimo"  - che hanno scatenato l'ira dell'ISIS, che ha considerato queste parole un "invito all'aggressione".

Se prossimamente dovesse essere colpito il Vaticano, l'Italia, o altri paesi in cui è stata sospesa la vigilanza, ciò sarebbe davvero "curioso"... 


Staff nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *