mercoledì 3 settembre 2014

Consap (sindacato polizia) ogni detenuto costa 144.000€ all'anno!



L'immagine su Facebook la trovi QUI. - L'articolo completo sul sito del Consap QUI
A cura di Staff nocensura.com

Secondo il CONSAP (Confederazione Sindacale Autonoma di Polizia) UN DETENUTO COSTA 12.000€ AL MESE! 144.000€ all'ANNO!

Leggi tutto l'articolo su: http://www.consaplucca.it/?p=994

Di riflessioni da fare sulla questione ce ne sarebbero molte: moltissime, sotto diversi punti di vista. Per esempio, anche per limitare il sovraffollamento (che appare sempre più una scelta politica per giustificare "indulti" di cui beneficiano sempre centinaia di politici...) lo stato potrebbe fare accordi, laddove è possibile, affinché gli stranieri scontino le condanne nel loro paese, anche dando a questi paesi un contributo mensile, che sicuramente sarebbe molto inferiore ai 12.000€ mensili che spendiamo per mantenerli in carcere in Italia, e questo avrebbe anche un effetto DETERRENTE, visto che in molti paesi le condizioni di carcerazione sono più dure di quelle italiane, anche se con il super-sovraffollamento raggiunto ultimamente, le galere italiane sono diventate un INFERNO, che violano le convenzioni dei diritti dell'Uomo. In alcuni carceri nelle celle per 2 persone ce ne sono stipate 4,5 persino 6 e devono fare persino i turni per stare in piedi in cella.

QUANTO CI COSTANO I CIRCA 10.000 DETENUTI RECLUSI PER QUESTIONI LEGATE ALLA CANNABIS ?!?

L'Italia è la nazione europea con la più alta percentuale di detenuti per droga. Questo grazie all'indulgenza su molti reati, anche gravi, e alla severità con i quali sono trattati i reati connessi alle sostanze stupefacenti, severità che nel caso della canapa indiana appare davvero eccessiva e insensata, anche perché a finire in cella sono i disperati reclutati dalle organizzazioni criminali per spacciare nelle piazze, mentre i trafficanti raramente vengono arrestati. Ma a finire in cella sono anche un gran numero di semplici consumatori, spesso giovanissimi.

Dei 26.000 detenuti (su 65.000) reclusi per reati connessi agli stupefacenti, più di 10.000 sono in cella per questioni legate alla cannabis. Ogni giorno alcuni escono e altri entrano. Molti sono spacciatori, quasi sempre piccoli spacciatori, anche perché con la cannabis i guadagni dei piccoli spacciatori sono relativamente bassi, e nel settore c'è grande "concorrenza". La cannabis costa 5-8 euro al grammo, contro gli 80-100 euro della cocaina, sulla quale gli spacciatori guadagnano anche "tagliandola", ovvero allungandola con altre sostanze, sempre più spesso nocive, oltretutto.



Apriamo una piccola parentesi off topic per mettere in guardia le persone su questo pericolo, visto che ahimè la cocaina è sempre più diffusa, e visto che lo Stato di INFORMAZIONE, PREVENZIONE E POLITICHE DI RIDUZIONE DEL DANNO sembra non volerne sentire parlare. La cocaina sempre più frequentemente viene allungata con "levatamisolo", un farmaco ANTITUMORALE assai nocivo per la salute: forse più nocivo della cocaina stessa, che produce danni gravissimi e sottovalutati da molte persone. Questo perché se viene allungata con questa sostanza, la droga mantiene il suo effetto psicoattivo: il levatamisolo ha effetti simili alla cocaina, pertanto se da 1kg di cocaina, tagliandola con sostanze inerti come la mannite, gli spacciatori possono ricavarne 5 (purezza del 20%) utilizzando il levatamisolo possono ricavarne 10 (purezza del 10%) mantenendo una apparente "buona qualità", ovvero la sostanza produce gli effetti psicoattivi ricercati dal drogato. DI QUESTO POTETE TROVARE FACILMENTE INFORMAZIONI SUL WEB: http://bit.ly/1nWRHOV

Torniamo alla questione carceri.

Tra chi finisce il cella per cannabis, non mancano i semplici CONSUMATORI, colpevoli di aver superato la quantità considerata "uso personale". Come abbiamo spiegato in altri articoli basta davvero poco: un ragazzino che acquista 50€ di marijuana già rischia di finire in cella, accusato ingiustamente di essere uno spacciatorie. Finisce in cella anche chi coltiva qualche piantina, in quanto la 'produzione' (non la 'detenzione') è un reato penale anche se si tratta di una sola pianta, destinata al consumo personale, anche se fortunatamente negli ultimi anni alcuni giudici coraggiosi e dotati di buon senso si sono espressi in modo diverso, evitando il carcere a chi è stato arrestato per avere coltivato una o poche piantine.

PREMESSO CHE - FATTORE NON SECONDARIO - CHIUDERE IN CELLA INSIEME AGLI ASSASSINI PERSONE COLPEVOLI DI AVER COLTIVATO UNA PIANTINA O AVER ACQUISTATO UN PO' DI ERBA è ASSURDO E DISUMANO, QUANTO COSTA IL PROIBIZIONISMO ALLA SOCIETA' ?!?!?

Oltre ai costi della repressione, decine di migliaia di ore di lavoro per stilare verbali e altre operazioni legate al contrasto della cannabis...

PENSATE CHE IN OLANDA (molto più piccola e meno popolata dell'Italia, oltre al fatto che li il consumo è molto minore) sono attivi CIRCA 2.100 coffeeshop (vedi http://it.wikipedia.org/wiki/Coffee-shop) ovvero negozi che vendono legalmente la cannabis, pagando fior di tasse allo Stato.

L'OLANDA HA 16 MILIONI DI ABITANTI, CONTRO I 60 MILIONI DELL'ITALIA (Fonte: Wikipedia) oltre ad avere un'estensione territoriale 5 volte inferiore all'Italia.

IN OLANDA INOLTRE, IL CONSUMO DI CANNABIS è NOTEVOLMENTE INFERIORE A QUELLO ITALIANO, forse proprio perché è legale. (vedi: http://it.wikipedia.org/wiki/Diffusione_delle_droghe_nell'Unione_europea)

Con le dovute proporzioni demografiche e relative all'uso di cannabis, anche se legalizzandolo diminuirebbe, venendo meno il "fattore trasgressione", possiamo stimare che regolamentare la cannabis seguendo il "modello olandese" significherebbe far nascere sul territorio 20.000 coffeeshop; dei bar-caffetteria che nel menù hanno anche diverse varietà di cannabis. SI TRATTA DI ALMENO 80.000 POSTI DI LAVORO, considerando 4 persone al lavoro in ciascun coffeeshop.

Regolamentando la produzione, i posti di lavoro creati RADDOPPIEREBBERO, attestandosi a 160.000 lavoratori che percepiscono uno stipendio, pagano i contributi, etc. CON ENTRATE TRIBUTARIE E CONTRIBUTIVE PER LO STATO.

Si tratta di un mercato che complessivamente varrebbe entrate per ALMENO 10 MILIARDI DI EURO, se lo Stato gestisse la produzione in regime di monopolio come avviene con i tabacchi!

SOMMANDO LE NUOVE ENTRATE AL RISPARMIO CHE NE DERIVEREBBE (costi della repressione: operazioni di polizia, processi, detenzione, etc.) SI PARLA DI UNA CIFRA NON INFERIORE AI 12 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO, STANDO BASSI, visto che secondo alcune fonti, essendoci in Italia 4,5 milioni di consumatori, si potrebbe arrivare a 15-20 MILIARDI DI EURO ALL'ANNO!

La regolamentazione potrebbe avere inoltre riflessi positivi anche sul TURISMO, visto che i Paesi Bassi e le altre nazioni dove la cannabis è regolarmente in vendita, ogni anno sono meta di CENTINAIA DI MIGLIAIA DI TURISTI. E non si tratta di "turismo degradato", come può pensare chi non è mai stato ad Amsterdam e ragiona per pregiudizi. Si tratta di turisti che consumano, comprano souvenire, visitano musei e altre attrazioni turistiche E CHE VISITANO ANCHE i coffeeshop, dove si siedono per fumare marijuana.

DAVVERO MOLTI ITALIANI PREFERISCONO PAGARE UN SALASSO DI TASSE SULLA CASA E TRA POCO SULL'ARIA CHE RESPIRIAMO PER CONSENTIRE ALLE *MAFIE* DI LUCRARE SULLA CANNABIS?

Oltretutto i conti dell'INPS sono dissestati, e il COLLASSO dell'ente previdenziale - con conseguente probabilissimo taglio delle pensioni - appare INEVITABILE, nonostante il silenzio di politici e mass media (vedi: http://www.nocensura.com/2014/06/aumentera-leta-pensionabile-e-non-e.html)

E' ASSURDO CONTINUARE NELLA STRADA DEL PROIBIZIONISMO, mentre persino gli USA - il paese che un secolo fa ha criminalizzato la cannabis, seguendo le pressioni delle lobby - ha iniziato a LEGALIZZARE LA MARIJUANA: in alcuni Stati - come il Colorado - in modo UFFICIALE; in altri, per esempio la California, in modo più "discreto", visto che basta accusare di soffrire di mal di testa o di insonnia per farsi prescrivere "cannabis terapeutica" (vedi: http://www.nocensura.com/2010/12/california-marijuana-libera-basta.html)

IL PROIBIZIONISMO ORMAI è GIUSTIFICATO SOLO DALL'IGNORANZA, DAI PREGIUDIZI E DALLA DISINFORMAZIONE DEI MEDIA E DI MOLTI POLITICI, CHE CAVALCANO L'IGNORANZA PER SCOPI ELETTORALI. E MOLTO PROBABILMENTE, PER FARE UN REGALO ALLA MAFIA: CHE REALIZZA GUADAGNI MILIARDARI OGNI ANNO GRAZIE AL PROIBIZIONISMO...


Staff nocensura.com

VEDI LO "SPECIALE CANAPA DI NOCENSURA.COM": http://www.nocensura.com/2012/06/speciale-canapa-indiana.html



Nome

Email *

Messaggio *