venerdì 5 settembre 2014

Autismo e Vaccinazioni: ulteriori rivelazioni confermano che il mercurio causa Autismo




mercurio_nei_vacciniIl breve video pubblicato da AutismMediaChannel dal titolo “CDC Whistleblower Dr. Thompson on Thimerosal and Pregnant Women” [L'informatore del CDC Dr. Thompson a proposito di ​​Thimerosal e donne in gravidanza], rappresenta un’ulteriore testimonianza che segue l’ammissione alla frode perpetrata in uno studio dei CDC del 2004 che esonerava la correlazione fra Autismo e vaccino trivalente MMR. In questo video, il Dr. William Thompson, scienziato del CDC, conferma una correlazione tra il mercurio [Thimerosal] contenuto nei vaccini e caratteristiche simili all’Autismo.
Per tutti coloro che proseguono a ricevere informazioni, rilasciate palesemente in malafede, che dichiarano l’assenza di Thimerosal nel vaccino esavalente somministrato nei primi mesi di vita ai nostri figli, consigliamo di leggere il nostro articolo “ESAVALENTE: ecco perchè è illegale!“.
Il Dr. Thompson afferma che somministrare un vaccino contenente mercurio ad una donna in gravidanza, come per esempio un vaccino antinfluenzale, rappresenta un’azione che non dovrebbe mai essere eseguita. Ed inoltre, formulando le sue asserzioni scientifiche, Thompson termina il suo intervento con questa frase:

“Al momento esiste la plausibilità biologica per affermare che il Thimerosal provoca caratteristiche simili all’Autismo.”

Uno scienziato dei CDC che rilascia questa dichiarazione, dopo che sono stati spesi milioni e milioni di dollari in studi per dimostrare [come al solito] il contrario, rappresenta qualcosa di straordinario [per non dire altro].
Il mantra dichiarato dalle industrie e dai promotori vaccinali si basa sul fatto che ci sono oltre 165 studi concentrati sul Thimerosal, composto organico del mercurio, usato come conservante in molti vaccini per l’infanzia, e ritenuto storicamente nocivo per la salute. Di questi, 16 sono stati condotti per esaminare specificamente gli effetti del Thimerosal su neonati o bambini con risultati riportati di morte, acrodinia, avvelenamento, reazione allergica, malformazioni, reazioni autoimmuni, sindrome di Well, ritardo dello sviluppo.
Esiste inoltre, ed è particolarmente suggestivo, un parallelismo tra gli effetti tossici del mercurio sul cervello e le alterazioni cerebrali riscontrate nell’Autismo, evidenziate su materiale autoptico di bambini e ragazzi deceduti:

  • Degenerazione dei microtubuli, che si presentano allargati, con degenerazione degli assoni, anomalie di crescita dei dendriti
  • Attivazione della microglia e degli astrociti
  • Attivazione delle cellule immunitarie nel tessuto cerebrale, aumento della proteina acida fibrillare gliale
  • Riduzione della disponibilità di glutatione e aumento del glutatione ossidato
  • Perossidazione dei lipidi
  • Aumento dello stress ossidativo locale
  • Riduzione dell’attività di metilazione
  • Disfunzione mitocondriale
  • Alterazione dell’omeostasi GABAergica e glutamato-ergica
  • Aumento delle citochine pro-infiammatorie diffuso in tutto il tessuto cerebrale [Interleuchina 8, Interleuchina 1 Beta, Inferferone gamma, TNF alfa]
  • Presenza di proteine prodotte dalla  attivazione dei B linfociti
Il mercurio è altresì in grado di potenziare gli effetti tossici dell’alluminio, presente in modo massiccio nei vaccini della prima infanzia, e di altre svariate tossine, indebolendo il sistema di detossificazione e inducendo di per sé una attivazione infiammatoria.
Il mercurio sovverte  il trasporto di oligoelementi, provocando carenze  di selenio e rendendo lo zinco meno biodisponibile.  Basti pensare che lo zinco è un indispensabile cofattore enzimatico di centinaio di reazioni metaboliche, mentre il selenio è indispensabile per la sintesi degli ormoni tiroidei e per il buon funzionamento del cervello e del sistema immunitario.
Il mercurio depleta  l’organismo di glutatione. Pertanto, i bambini intossicati diventano più sensibili a tutti gli altri composti tossici che si ritrovano nell’ambiente [tra cui piombo, arsenico, cadmio, nickel, tanto per citarne alcuni] con formazione di un consistente body burden, ovvero un carico tossicologico complessivo che aggrava la tossicità  iniziata dalla somministrazione dei vaccini ed avvelena ulteriormente i nostri figli.
Ecco quindi che, mentre sedicenti esperti ed altri truffatori cercheranno di smentire le affermazioni rilasciate da Thompson, per quanto ci riguarda, il significato del messaggio è molto chiaro ed inequivocabile a livello scientifico: solo un idiota privo di cervello, o un assassino, acconsentirebbe di iniettare un vaccino contenente mercurio in un essere umano.
Nel frattempo, il cover-up dei media in merito alle rivelazioni di William Thompson continua. Tutto ciò dimostra la collusione degli organi di stampa in un vasto crimine, e rappresenta la loro “missione”.

Nome

Email *

Messaggio *