martedì 19 agosto 2014

Le nazioni europee respingono i migranti... in Italia!



Staff nocensura.com

L'Italia è abbandonata dall'Europa, che lascia a noi l'onere - anche economico - di soccorrere e accogliere i migranti. 

MALTA E GRECIA RESPINGONO DAL MARE:
Grecia e Malta hanno intensificato i controlli alle frontiere marine; il paese ellenico viene evitato come la peste dagli scafisti, che girano a largo perché in Grecia rischiano serie condanne, e anche i migranti non gradiscono tale meta perché li ricevono un trattamento poco umano, e raggiungere altre mete europee diventa difficile, dovendo attraversare i balcani.

Malta invece respinge i barconi impedendogli di attraccare: se entrano nelle loro acque territoriali, offrono ai passeggeri una bottiglia d'acqua minerale e - nonostante i rischi per l'incolumità dei passeggeri - li accompagnano nelle acque territoriali italiane. Un comportamento ILLECITO che il nostro governo accetta supinamente, mentre l'Europa fa finta di niente.

AUSTRIA:

I DATI UFFICIALI evidenziano che oltre 1.500 PROFUGHI sono stati RESPINTI DALL'AUSTRIA e rispediti in Italia, lavandosene le mani, AL 5 OTTOBRE 2013: Nel 2014 gli sbarchi si sono intensificati, a oggi 19 Agosto 2014 sono più di 103.000 gli uomini sbarcati in Italia, e il numero dei migranti riaccompagnati in Italia dall'Austria, che ha intensificato i controlli al confine, è aumentato ed è stimato in almeno 5.000 unità. Ma potrebbero essere alcune migliaia in più. Non ci sono dati ufficiali, guarda caso. O almeno, non sono stati resi noti. L'ultimo caso risale al 18 Agosto, solo pochi giorni fa, quando in meno di 24 ore le autorità austriache hanno rimpatriato (in Italia, non nei paesi di origine) 48 profughi diretti in Italia! Secondo le leggi europee, se i profughi riescono ad entrare in Germania (o in qualsiasi altra nazione UE) hanno il diritto di fare la richiesta di asilo politico in quel paese. Ma i profughi sopracitati hanno dichiarato di non voler fare la richiesta in Austria, e sono stati respinti in Italia. Probabilmente volevano raggiungere la Germania perché hanno parenti o amici in Germania.

SVIZZERA: In Svizzera le frontiere ed i controlli doganali non sono mai stati eliminati; la nazione elvetica non fa parte degli accordi di Shenghen, ed i controlli sono stati rafforzati con l'incremento degli sbarchi. La Svizzera ha addirittura affrontato ufficialmente la questione dell'immigrazione proveniente dal confine italiano.
I migranti conoscono la situazione, ed evitano di transitare dalla Svizzera, a meno che non siano diretti li.

GERMANIA: Anche se non c'è l'ufficialità, la Merkel ha stipulato accordi con il governo austriaco affinché sia impedito ai migranti fermati in Austria di raggiungere la Germania. Tra il governo tedesco e quello austriaco c'è amicizia e collaborazione da sempre. Già nel 2013 e in passato la Germania ha respinto i migranti, facendoli tornare in Italia.

FRANCIA: Sono loro i responsabili della crisi libica, dove hanno spodestato Gheddafi, nonostante questo avesse finanziato, pare con 50 milioni di euro la campagna elettorale del falso amico traditore Sarkozy. con il beneplacito degli USA, ma sin da subito hanno rispedito in Italia i clandestini. Loro che hanno lucrato sulla guerra in Libia, assicurando profitti alle aziende francesi, a scapito proprio dell'Italia e delle aziende italiane che hanno visto saltare gli accordi sottoscritti con Gheddafi; "a loro gli onori, a noi gli oneri".  Recentemente la polizia francese si è detta preoccupata dall'aumento di profughi in arrivo dall'Italia: a Nizza hanno organizzato una riunione per parlare proprio di questo. Soluzione? Aumentati i controlli, il numero di agenti dispiegati nelle zone di confine, e respingimenti alla frontiera - se vengono scoperti in zone di frontiera - oppure riaccompagnati in Italia se scoperti in seguito. 

E c'è chi pensa che dalla Francia siano stati spediti in Italia anche migranti provenienti da altre zone: tanto si sa, il governo italiano accetta tutto supinamente.

BULGARIA: Persino la Bulgaria respinge i migranti provenienti dall'Italia!

Alfano parla di "Italia campione mondiale di accoglienza", ottimo modo per incentivare i migranti a raggiungere il Belpaese (per loro).

Più probabilmente i nostri governanti sono campioni di affarismo: e quello dell'accoglienza è un business milionario, anzi MILIARDARIO, come ha rivelato persino un'inchiesta di Repubblica; e certo non è un elemento di novità. Nel Novembre 2012 l'Espresso parlava delle speculazioni sui migranti. Nel 2012 secondo l'Espresso avevamo speso 1 miliardo e 300 milioni di euro: e in quell'anno il numero dei migranti era notevolmente più basso, oltre al fatto che non c'era l'operazione "mare nostrum", che ci costa 300.000€ al giorno, pari a 109.500.000 all'anno, che si sommano agli altri costi dell'accoglienza...

L'EUROPA NON CI AIUTA IN NESSUN MODO, SCARICA SU DI NOI QUESTO PESANTE ONERE: ED I NOSTRI GOVERNANTI TACCIONO. SI LIMITANO A QUALCHE LAMENTELA MEDIATICA PIU' PER FAR VEDERE AGLI ITALIANI CHE SI FANNO SENTIRE CHE PER FARSI SENTIRE DA BRUXELLES...

LA SOLUZIONE?

CONCEDIAMO AI MIGRANTI UN PERMESSO DI SOGGIORNO TEMPORANEO (in modo che siano liberi di circolare in Europa...) E UN BIGLIETTO DI TRENO PER LA META CHE PREFERISCONO IN EUROPA... ALLORA FORSE BRUXELLES SI SVEGLIEREBBE!!!

Staff nocensura.com



Nome

Email *

Messaggio *