martedì 1 luglio 2014

Israele si sta preparando per la ritorsione dopo l'uccisione dei 3 adolescenti

In foto: Operazione "piombo fuso", pioggia di fosforo bianco
(il cui utilizzo come arma è proibito... anzi, lo sarebbe)
sul popolo palestinese.
Editoriale a cura di nocensura.com
Dopo il ritrovamento del cadavere dei 3 adolescenti israeliani rapiti, Israele sta preparando la rappresaglia. Già ieri, dopo il ritrovamento, hanno effettuato 30 raid; il bilancio di questi non è dato sapere. O almeno non è riportato nell'articolo di Gad Lerner dove ho appreso la notizia (questo: http://www.gadlerner.it/2014/07/01/israele-prepara-la-risposta-ad-hamas-dopo-luccisione-dei-3-ragazzi-rapiti) i raid in questione ufficialmente sarebbero la risposta al lancio dei razzi katiuscia, in realtà sono un antipasto della rappresaglia che ci sarà entro breve.
Nelle prossime ore i cieli della Palestina si illumineranno, il rumore degli aerei e delle esplosioni seminerà il terrore tra gente inerme, dal cielo pioveranno fuoco e piombo, sarà un inferno.
Quando tutto sarà finito, i cittadini palestinesi conteranno i loro morti, che certamente saranno molti più di tre. Magari saranno 30, una rappresaglia "uno per dieci" che fa tornare alla mente un passato oscuro, ma ahimé non superato.
Morti che non faranno notizia; nessuno, fuori dalla Palestina, piangerà quei morti. Non ci saranno fiaccolate come quella che c'è stata a Roma dopo il rapimento dei tre ragazzini israeliani. E' risaputo che sono vite e cadaveri di serie A e di serie B.
Il rapimento e l'uccisione dei 3 adolescenti israeliani è qualcosa di tremendo: ma può giustificare una rappresaglia che coinvolge gente inerme e innocente?
Se alcuni italiani commettessero un delitto del genere, sarebbe legittimo bombardare Roma, Milano, Torino o Napoli perché qualcuno "presume" che i rapitori si trovino in quelle città?
E' da quando ero piccolo che sento ciarlare di "pace in Palestina"... mi e vi chiedo se la "strada" che porta alla pace in medio oriente sia quella dei raid, che ogni volta seminano terrore e morti innocenti, che non possono che alimentare un odio sempre più profondo e viscerale?
Come è possibile che uno degli eserciti più potenti e attrezzati tecnologicamente del mondo - quello israeliano - appoggiato da Usa e UE, non sia ancora riuscito a tagliare i rifornimenti di armi ai terroristi, che impediscono a quella martoriata zona del mondo di vivere in pace?!?
Sembra quasi che a qualcuno facciano comodo gli atti di terrorismo contro Israele, in modo da poter giustificare qualsiasi cosa...

‪#‎RestiamoUmani‬


Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *