mercoledì 30 luglio 2014

Israele lascia al buio Gaza: bombardata l'unica centrale elettrica


L'esercito israeliano ha bombardato il serbatoio di carburante dell'unica centrale elettrica di Gaza, lasciando in questo modo "al buio" il popolo palestinese, che da diversi giorni aveva a disposizione l'energia elettrica per non più di 3-4 ore al giorno, a causa della scarsità di carburante.

 Lasciare senza energia elettrica la popolazione significa rendere ancora più dure le già difficili condizioni di vita di un popolo sfiancato da tre settimane di bombardamenti, che hanno provocato già più di 1.200 morti e 7.000 feriti, molti dei quali resteranno invalidi o mutilati per tutta la vita.

Lasciare Gaza senza elettricità non serve certo a contrastare Hamas, che ovviamente ha a disposizione generatori di emergenza e scorte strategiche di carburante; questo atto colpisce la già stremata popolazione, e sopratutto limita le comunicazioni mediante internet, con il quale i palestinesi sono riusciti fino ad ora a documentare il massacro, limitando le mistificazioni mediatiche.

Staff nocensura.com

Ecco i video del bombardamento alla centrale:







Nome

Email *

Messaggio *