domenica 1 giugno 2014

Scandaloso! Il semaforo-trappola per fare multe a raffica!

 

A cura di nocensura.com

Quella che illustra Lambrenedetto in questo video, è una vera e propria trappola per automobilisti, posta in una non meglio specificata località lombarda.

Due semafori, distanti poche decine di metri l'uno dall'altro, posti in una strada dove questa scelta non sembra avere alcun senso, anche perché non si trovano in prossimità di un incrocio, la strada è diritta con una sola traversa sulla sinistra. Inoltre, sembra proprio che abbiano programmato lo scattare del rosso nei due semafori in modo da indurre gli sventurati automobilisti in errore, specie nelle ore in cui la strada è deserta, e il doppio semaforo rappresenta un'inutile perdita di tempo.

In un contesto come quello esplicato nel video, prendere la multa appare davvero facile, e probabilmente non è un caso che abbiano dotato la "trappola" di telecamera con rilevazione delle infrazioni, una vera e propria imboscata.

Niente di nuovo sotto il sole. Alcuni anni fa ci fu un vero e proprio "boom", con decine e decine di casi di semafori-gabella, che scatenarono accese polemiche in varie parti d'Italia; degno di menzione il caso di Cornaredo - che finì a Striscia la notizia - dove la luce "gialla" di un semaforo dotato di sistema di sorveglianza era stata tarata per durare pochissimo, in modo che il "rosso" scattasse mentre l'automobilista oltrepassava la soglia dello STOP, elevandogli una salata multa. Furono 13.000 gli automobilisti a cadere in trappola. Multe che in parte furono annullate, in quanto la luce "gialla" durava troppo poco. (Ma solo una minoranza di multati presentarono ricorso...) La normativa che stabilisce la durata della "luce gialla" non è chiara, e lascia ampio margine alla discrezione; tuttavia il "giallo" non deve durare meno di 4 secondi, e in alcuni casi persino di più.



Gabelle che certo non servono a garantire la sicurezza stradale, tantomeno a "educare" gli automobilisti: ma solo a fare cassa. E anzi, aumentano il rischio di incidenti.
I semafori-gabella sono un serio pericolo per la circolazione stradale; gli automobilisti consapevoli della presenza dei sistemi di rilevazione delle infrazioni e del fatto che il giallo dura poco, per evitare multe sono portati a frenare bruscamente appena scatta il "giallo", con il rischio di subire tamponamenti. Discorso valido anche per gli autovelox, che in passato venivano "nascosti".  (da alcuni anni fortunatamente gli autovelox devono essere ben segnalati) basta fare una breve ricerca su Google per trovare casi di incidenti, anche mortali, provocati da autovelox (vedi questo e questo)

Dopo il "boom" di multe degli anni scorsi elevate mediante semafori e autovelox "trappola", il legislatore, ma sopratutto i Giudici di pace, che hanno annullato migliaia di multe, mettendo in alcuni casi in difficoltà i Comuni protagonisti (vedi il caso di Riparbella, in provincia di Pisa) hanno limitato la possibilità di realizzare trappole: non è più possibile utilizzare gli espedienti sopracitati (durata del "giallo" breve e autovelox nascosti) ma evidentemente alcuni Comuni si sono "ingegnati" per continuare a fare cassa mediante trappole agli automobilisti; e quella dei due semafori a venti metri l'uno dall'altro, appare un caso di questi.


Staff nocensura.com


Nome

Email *

Messaggio *