martedì 10 giugno 2014

Mondiali 2014: l'Italia campione di lussi e sprechi


Da redazione.finanza.com

Si avvicina la data del fischio d’inizio della 20esima edizione dei Mondiali di Calcio in programma dal 12 giugno in Brasile. L’Italia non parte tra le favorite del Mondiale, ma già prima del via si fregia di un record non proprio invidiabile, quello della spedizione mondiale più numerosa e costosa.
La spedizione azzurra partita per il Brasile è di un totale di 90 persone. All’elevato numero di componenti si aggiunge anche la scelta di una location non certo economica in barba alla spending review che da oltre due anni rappresenta il mantra per lo Stivale (e non solo viste le scelte decisamente più austere di molte altre nazionali).
Alloggio in Resort di lusso con i soldi della Fifa 
Niente Hotel o sedi di club brasiliani. L’Italia di Prandelli ha posto la base del proprio ritiro premondiale al Portobello Resort di Mangaratiba. Il prezzo per notte delle stanze del Resort ammonta a 300 euro per un totale di 806mila euro di saldo a fine “vacanza”, nella speranza che la spedizione produca sul campo risultati “di lusso”.
Ovviamente i costi della spedizione non andranno a ricadere sugli italiani poiché la Figc si può avvalere del considerevole contributo da 9,5 milioni di dollari (circa 7 mln di euro) stanziato dalla Fifa in virtù della qualificazione alal fase finale. Considerando gli altri costi accessori dell’operazione Mondiale 2014 (voli, spostamenti le le gare, etc), il saldo per la Figc alla fine della prima fase a gironi dovrebbe essere in utile per 2 milioni di euro con costi per 4,7 mln fino al 24 giugno (data terza partita con l’Uruguay). Per gli Azzurri premi sono previsti solo in caso di arrivo almeno alle semifinali.
Come si sono regolate le altre grandi nazionali?

L’Inghilterra alloggia in un ex cinque stelle a Rio de Janeiro da 150-200 euro a notte (richieste 64 stanze) e secondo la stampa britannica gli uomini di Roy Hodgson avrebbero anche problemi di scarafaggi.
Vera e propria spending review per la Francia dopo la polemica sull’eccesso di lusso nella precedente spedizione sudafricana. Per i galletti stanze da soli 90 euro a notte a Ribeirão Preto, ben 400 chilometri lontani dalla costa.
Ha invece guardato oltre la Germaniainvestendo nell’acquisto di un resort sulla spiaggia di Bahia giovandosi delle risorse aggiuntive arrivate dagli sponsor e pensando allo sfruttamento futuro dell’area in un’ottica immobiliare.


Fonte: redazione.finanza.com

antonio strazzulli ha detto...

ma dove è finito il CODICE ETICO di mr. PRANDELLI ?

Nome

Email *

Messaggio *