sabato 5 aprile 2014

Da Palermo Tsipras si schiera con l’Euro e spiazza gli elettori

Schermata-2014-03-05-a-13.53.40-680x394

Da Palermo Tsipras si schiera con l’Euro e spiazza gli elettori contrari alla moneta unica

di Aldebaran Stella - resapubblica.it

Il leader greco sceglie il capoluogo siciliano quale unica tappa in Italia in vista delle elezioni europee. E si dice a favore dell’eurozona e della moneta unica. 

Attesa, entusiasmo ma anche un po’ di delusione fra quanti si aspettavano toni accesi e posizioni anti-euro per l’unica tappa italiana di Alexis Tsipras in vista delle elezioni europee, che si è svolta oggi a Palermo.  Il leader della lista “L’altra Europa con Tsipras”, infatti, parlando nel capoluogo siciliano con i giornalisti si è detto favorevole all’euro, ma con più riguardo verso i popoli europei.

In pratica, euro sì, ma Ue non a guida tedesca: ”Non diciamo che l’Euro deve essere cancellato – ha detto – ma che non accettiamo il ricatto che oggi sta alla sua base, fondato su politiche che impoveriscono le società. Dobbiamo partecipare all’Eurozona come membri paritari, in cui tutti sono uguali e rispettono le regole. Se la Merkel vuole fare un’Europa tedesca, non ci stiamo e le rispondiamo che vogliamo fare l’Europa dei popoli dove anche lei deve rispettare le regole”.
“Hollande ha pagato elettoralmente – ha aggiunto – le sue scelte che guardavano a destra. E’ un peccato e una cosa difficile da accettare che le socialdemocrazie europee somiglino sempre più alla destra e ai partiti conservatori”. Per Tsipras, però, “sbaglia chi pensa che la sinistra sia finita in Paesi come L’Italia dove quest’area ha radici storiche. La sinistra c’è ancora, si è ricompattata e deve trovare il modo per riappropriarsi del suo spazio”. Ci si chiede alla luce di queste affermazioni dove sia la sinistra in Italia e soprattutto quando e come si sarebbe ricompattata.

Fonte: resapubblica.it

Nome

Email *

Messaggio *