mercoledì 2 aprile 2014

Baby squillo parioline: altro che "castrazione chimica"...

Di A.B. - nocensura.com

Lo scandalo delle "baby squillo" di 14 e 15 anni che si prostituivano in un lussuoso palazzo di Viale Parioli, zona simbolo della "Roma bene", che ha fatto tremare diversi "palazzi dei potenti" da dove provenivano le telefonate dei clienti - tra i quali si presume, anche personaggi molto in vista - sta per concludersi a "tarallucci e vino", come al solito - viene da dire - quando i protagonisti non sono "cittadini qualsiasi";

Apprediamo dal blog di Gad Lerner che i protagonisti della vicenda se la caveranno patteggiando e pagando 40.000€ (cifra che per certe personalità corrisponde a pochi mesi di stipendio, se non meno) "magari senza che neanche lo vengano a sapere le mogli e le figlie coetanee delle loro prede" - commenta Lerner, che prosegue con una condivisibile riflessione: "Vi invito a pensare cosa sarebbe successo se in un episodio come quello dei Parioli fossero stati coinvolti, chessò, un giro di romeni, senegalesi o anche solo proletari di borgata. Avete presente quelli che invocavano la castrazione chimica?"

Lasciamo a voi immaginare cosa sarebbe accaduto nello scenario descritto da Lerner, non ci vuole molta immaginazione...


A.B. - nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *