lunedì 17 marzo 2014

L'Europa distrugge le aziende agricole siciliane, e tutto tace!

(Immagine divulgata dall'eurodeputato Claudio Morganti)
A cura di Alessandro Raffa per nocensura.com

ECCO CHI HA DECRETATO LA #MORTE DELLE #AZIENDE AGRICOLE SICILIANE (e speriamo solo delle aziende) CHE PRODUCONO #ARANCE E NON POTRANNO SOSTENERE LA #CONCORRENZA DEL #MAROCCO, dove #gasolio, #tasse e manodopera costano molto meno; ora che sono stati tolti i #dazi, i nostri #supermercati saranno INVASI da arance marocchine, e pensare che il settore agricolo era già stato colpito duramente dalla #crisi!

Crisi dovuta da una parte alle importazioni dal nord Africa e dall'altra dal modus operandi della "grande distribuzione", che controlla il mercato e impone agli agricoltori prezzi stracciati: "o ci vendi i prodotti a 5 cent al kg, e ti acquistiamo l'intero raccolto, oppure non li compriamo" - e sia chiaro che questa "pratica" non riduce il prezzo al dettaglio, poiché ciò che le aziende della grande distribuzione acquistano a pochi cent al Kg, finisce sugli scaffali dei supermercati a 2€ al kg, il prezzo delle merci ormai non è legato al costo all'origine, ma alle richieste di mercato e fattori come la concorrenza; (come abbiamo evidenziato qui: http://www.nocensura.com/2014/03/coop-stesso-supermercato-prezzi-diversi.html - tra un supermercato e l'altro della stessa catena ci possono essere differenze di prezzo anche nell'ordine del 30%)

Questo è l'ennesimo colpo di MANNAIA che si abbatte sui nostri agricoltori, nella fattispecie in modo particolare sulla #Sicilia, regione già duramente colpita da crisi e #disoccupazione...

Come al solito l'Europa delle banche e delle lobby NON TUTELA L'ITALIA, ma al contrario lavora per affondarla definitivamente!

E i nostri eurodeputati, così come i loro partiti e leader, nella stra-grande maggioranza dei casi, AVALLANO o comunque TACCIONO!!!

E GLI ITALIANI ACCETTANO TUTTO... "A PECORINA", MAI TERMINE FU TANTO APPROPRIATO PER DELLE PECORE COME NOI!



Alessandro Raffa di Nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *