martedì 4 marzo 2014

“I Rothschild e il Vaticano”

VATICANdenaro
Il Vaticano è il principale potere finanziario , in cui, nel 1824, la Casa di Rothschild è stata nominata l’unico agente fiscale di tutto l’impero del Vaticano. . . . E dal 1824, la Casa di Rothschild ha praticamente gestito il Vaticano. . . . I Rothschild controllano tutti i loro soldi “-. Eustace Mullins
Si noterà che i Rothschild, il cui mandato chiave è continuare a lavorare in segreto (“segreto” il cui significato letterale della parola deriva da “occulto”), mantenere la liste dei nome dalla “La maggior parte persone ricche del mondo” . Questo è il potere.
“Numerosi ricercatori ritengono erroneamente che gli Illuminati siano stati fondati dai Protestanti per abbattere il potere del Vaticano. Credono inoltre che il potete ebraico si celasse alle spalle degli Illuminati per tale ragione. I rapporti segreti tra l’élite ebraica e la Chiesa Cattolica sono sempre stati profondamente radicati”. In numerosi libri scritti a proposito delle società segrete, ad opera di personaggi che ritengono, in effetti, che si trattasse di gruppi antagonisti. Il Protestantesimo avrebbe avuto origine per limitare e combattere il potere del Vaticano, quella è la prima menzogna. Ed inoltre si crede che tale potere ebraico si manifestò ovviamente perché gli ebrei, che non erano in buoni rapporti con i cattolici, anche perché i cattolici da sempre avevano combattuto e avversato il Giudaismo, per cui gli ebrei fecero fronte comune con i Protestanti contro i cattolici, ed è allora che al potere ebraico connesso alla gestione della moneta fu permesso di crescere a dismisura, a partire da Francoforte, a partire da Hannover, dall’Olanda, e così via. Ma nessuna di queste argomentazioni merita grande considerazione, se non in minima parte. Non è la verità. In effetti, quando si fanno ricerche approfondite, si scopre che ebrei e i cattolici sono sempre stati sulla stessa barca.

L’origine di tutto risiede nel fatto che i Rothschild, e gli altri oligarchi ebrei, sono discendenti dei Kazari. Vi ricordate dei Kazari, quel popolo che viveva tra il Mar Nero e il Mar Caspio? Questi ultimi si convertirono al Giudaismo anche perchè erano sotto pressione ad opera di Gengis Khan, e prima ancora ad opera delle ‘orde’ musulmane, ci siamo? Loro già operavano quando le Crociate erano in corso. I Kazari erano impegnati a nord, nell’area del Mar Caspio mentre il Cristianesimo si scontrava con l’Islam nel corso delle Crociate. Quando quella fase terminò, e i Crociati acquisirono maggiore influenza, e l’Islam fu inizialmente sconfitto, i Kazari si trovavano in un’ottima posizione, anche perchè i Kazari avevano già collaborato con le orde di Gengis Khan, e si erano convertiti al Giudaismo. Sebbene si sostenga che Gengis Khan abbia colonizzato i Kazari, in realtà i Kazari rappresentavano gli studiosi nella Corte di Gengis Khan, ne avete mai sentito parlare? Nell’Impero di Gengis Khan, questi Kazari rappresentavano i suoi banchieri, ed erano i suoi astronomi, e la sua classe intellettuale, almeno in un primo tempo. Quando questa ‘orda’, questi ‘Unni’ furono ricacciati indietro, quando Gengis Khan fu ricacciato indietro, e quando l’Islam cessò di essere il potere dominante, indovinate a chi si rivolsero questi stessi uomini esperti nella gestione della moneta, questi stessi banchieri, queste stesse famiglie oligarchiche ebraiche, che avevano guadagnato grande potere sotto l’Islam? Cominciarono a lavorare – semplicemente cambiarono partito, e cominciarono a lavorare per i Cristiani, con i Templari. Entrarono in affari con il Cattolicesimo. Erano molto ricchi sotto l’Impero Ottomano, erano molto ricchi sotto Gengis Khan, si trattava di una elite, tutto questo viene spesso dimenticato quando si parla dei Kazari. Operavano come un’elite anche in Terra Santa. Quindi, quando i cristiani la conquistarono e quando i cristiani giunsero in gran numero, è allora che questi stessi banchieri ebrei ebbero origine, perchè allora gli furono concesse le redini del controllo. Non hanno il vero potere, ma hanno il controllo. Prendono i loro ordini da altri. Nessuno ha espresso meglio questo fatto, le questioni di cui ora vi sto parlando, sono state fondamentalmente analizzate in dettaglio da un singolo autore, e il suo è un libro che io raccomando caldamente, si tratta di ‘In The Beginning: The Story of the International Trade Cartel’, ad opera di Richard Kelly Hoskins. Ed egli afferma che gli ebrei siano stati storicamente utilizzati come un ‘ordine occulto’ della Chiesa Cattolica.
Quindi, quando si ascoltano questi personaggi si ascolta sicuramente parlare dei Gesuiti, dell’Opus Dei, e dei terribili ordini della Chiesa Cattolica, e del Papa Nero.
Tutti lavorano per la stessa mano nascosta. Siete talmente miopi da non riuscire a vederla. Quindi, le persone dovrebbero aggiornare al propria comprensione della questione, e questo è ciò che spero avverrà . Hoskins afferma che “Storicamente gli ebrei sono stati utilizzati come un ‘ordine occulto’ della Chiesa Cattolica. Loro conducono quelle attività nelle quali la Chiesa Cattolica non vuole essere vista operare. Gli ebrei sono perfetti per questo lavoro, fino a quando le persone continueranno a prendersela con gli ebrei, e fino a quando questi ultimi reagiranno a coloro che li attaccano, a quel punto nessuno si preoccuperà di guardare cosa ci sia al di là degli ebrei. Ed è lì che il cadavere è stato occultato”.
Quindi, nuovamente, potremmo analizzare tutto questo in base alla prospettiva che ci siano numerosi gruppi, numerose culture, popoli, o altro, che sono stati utilizzati per differenti scopi.
Certamente, i Kazari si erano semplicemente convertiti. Una buona metà dei Rothschild ha gli occhi azzurri, i capelli biondi, insomma, la metà degli ebrei del mondo li ha, o anche di più, l’80% dei cosiddetti ebrei ashkenaziti hanno la carnagione chiara.
Non si tratta del ramo sefardita, i sefarditi sono quelli più scuri, quelli provenienti dalla Spagna. Sefardita significa semplicemente ebreo spagnolo.
Quindi, nell’80% dei casi, non si tratta neppure di soggetti di ‘razza’ ebraica, si tratta semplicemente di ebrei convertiti provenienti da paesi ‘gentili’, da paesi di razza caucasica. Tutto questo è talmente evidente che anche gli stessi storici ebraici hanno approfondito a lungo la questione, eppure ci sono personaggi che ancora non riescono a capirlo in questa comunità di ricerca alternativa.
Davvero non capisco cosa si verifichi. Non hanno svolto neppure le più essenziali ricerche. Ma elemento ancora più importante di questo, è il fatto che anche se si parlasse solo di religione, questi soggetti hanno cambiato bottega per ben tre volte. I Kazari hanno lavorato per Gengis Khan e si sono arricchiti, loro rappresentavano in pratica i ‘cambia-valute’ (i contabili). Erano quelli che gestivano il suo denaro, quelli che gestivano la sua ricchezza, quelli che ricevevano incarichi, praticavano ogni forma di Giudaismo, e rappresentavano inoltre una ‘intelligentsia’. Successivamente hanno cominciato a lavorare per i cattolici. Scusatemi, hanno cominciato a lavorare per l’Islam, questo è ben noto. Successivamente quando gli islamici hanno dovuto fare un passo indietro, e l’Impero dei Mori andò incontro alla dissoluzione, ed in effetti tu hai nominato i sefarditi, certamente, ebbene, gli ebrei sefarditi rappresentavano il potere che si nascondeva dietro ai Mori, che non rappresentavano altro se non le ‘orde’ islamiche che avevano occupato la Spagna e la Francia, venivano chiamati Mori, giusto? Ma quella è solo una parola. Ma la questione è che quando tutto questo andò incontro alla dissoluzione, questo stesso popolo, spostandoci ora in avanti fino al XVII secolo, quest’ultimo popolo ci conduce dove? Proprio di fronte alla porta di casa di Lord Rothschild. Tutti i Mori erano spariti ormai da tempo, la potenza islamica era stata di gran lunga ridimensionata, Gengis Khan era stato seppellito da secoli, eppure questo popolo non era sparito, loro si erano ora semplicemente trasferiti ed avevano cominciato a lavorare per gli Oliver Cromwell, o magari per i Ferdinando di Spagna, o per il Re di Francia, e per tutti gli altri. Furono immediatamente cooptati dal Cattolicesimo, perchè si trattava di grandi esperti in numerose arti. Hoskins continua spiegando che la Chiesa non poteva praticare il prestito ad usura, quella è una delle ragioni, “La Chiesa non poteva concedere prestiti ad usura, perchè quella condotta era contraria alle regole dei cattolici, della Chiesa Cattolica, che reclamava di rappresentare Dio in Terra, e la custode delle Sacre Scritture. Quindi, per profittare dei prestiti ad usura, utilizzavano gli ebrei. Per gli ebrei non esistevano divieti riferibili a prestiti concessi ad usura ai non-ebrei. Per evitare l’accusa riferita al fatto che (la Chiesa) utilizzasse gli ebrei come propri agenti – gli ebrei furono messi a disposizione dei Re affinchè li gestissero. Con il ruolo dei Re così evidentemente manifesto, nessuno avrebbe potuto giungere alla conclusione che gli ebrei praticassero l’usura a vantaggio del Papa. In alcune occasioni, questo paravento fu tirato via, e la Chiesa si trovò direttamente a concludere accordi con gli ebrei”. Quindi continua dicendo: “Gli ebrei appaiono come abietti servitori della Chiesa Cattolica. Per gli ebrei ‘alfa’, la porta della ‘Corporation’ Chiesa (Santa Sede) era sempre aperta”. La stessa cosa si è verificata nel caso della famiglia Reale Britannica, ci siamo? Ricordi? Certamente, è un Cavaliere dell’Ordine della Giarrettiera (Order of the Garter), Rothschild. Quindi, “La ‘Corporation’ Chiesa (S.S.) era sempre aperta. Ci sono stati innumerevoli sacerdoti ebrei, un gran numero di cardinali e vescovi ebrei, ed alcuni, come Anacleto II, Gregorio VI, e Gregorio VII, sono divenuti addirittura Papi”. Ci sono stati in effetti dei Papi Ebrei.

Fonte: locchiodihorus.altervista.org

Nome

Email *

Messaggio *