giovedì 13 marzo 2014

Gadget erotici a spese del consiglio provinciale di Bolzano


Gadget erotici a spese del consiglio provinciale di Bolzano: è quanto scoperto dalla Guardia di finanza nell'ambito di un'inchiesta della procura sulle rendicontazioni dei gruppi consiliari. Tra le spese presentate dai Freiheitlichen risulterebbe - come scrive il Corriere dell'Alto Adige - uno scontrino di 64,92 euro per l'acquisto di un vibratore e altri due oggetti ad uso erotico. "Dobbiamo verificare, se fosse così non sarebbe corretto", ha detto all'ANSA il capogruppo Pius Leitner.

L'inchiesta sui rimborsi dei gruppi consiliari della Provincia di Bolzano, che potrebbe causare un altro terremoto politico dopo quello delle "pensioni d'oro", è partita a inizio anno.

Il 24 gennaio la Guardia di finanza si era infatti presentata in consiglio provinciale e aveva proceduto al sequestro dei bilanci dei gruppi. La segnalazione su presunte irregolarità nell'utilizzo dei contributi sarebbe giunta da una persona interna al consiglio. La Guardia di finanza era così partita dall'analisi dei contributi di un preciso gruppo consiliare, forse proprio dei Freiheitlichen ora nell'occhio del ciclone per il rimborso di un acquisto in un sexy shop, per poi estendere l'indagine a tutti i gruppi.


Fonte: resport.it

Nome

Email *

Messaggio *