mercoledì 26 marzo 2014

Come è possibile che lecito l'uso di due marchi quasi uguali?


Il primo marchio è quello Europeo, che attesta la CONFORMITA' dei prodotti (per esempio sulla sicurezza dei fili elettrici, uso di vernici non tossiche, etc.) il secondo significa semplicemente "China export", e viene applicato anche a merci NON SICURE, anzi PERICOLOSE: elettrodomestici con i fili elettrici troppi sottili che espongono al rischio di incendi e corti circuiti, giocattoli prodotti con vernici tossiche, di tutto un po'.

LE DIFFERENZE SONO LIEVISSIME: giusto la distanza tra le due lettere e la "gamba" centrale della "E" leggermente più lunga nel marchio China export;

Appare evidente che l'estrema somiglianza induca in errore: COME è POSSIBILE CHE SIA AMMESSA UNA COSA COSì? è EVIDENTE che c'è la precisa volontà di confondere i cittadini.

Una situazione che DANNEGGIA i consumatori e le aziende italiane ed europee, che non possono reggere il confronto con la manodopera orientale, dove oltretutto non vengono rispettati gli standard di sicurezza e quindi i costi sono assai inferiori.

I controlli alle frontiere sulle merci provenienti dalla Cina sono PRESSOCHE' INESISTENTI: ogni giorno giungono nei nostri porti DECINE DI MIGLIAIA di container, ne vengono controllati pochi a campione, dalle frontiere passa di tutto, e le merci pericolose vengono immesse sul mercato dai negozi cinesi MA NON SOLO.

La situazione è agevolata anche dalle BLANDE SANZIONI riservate a chi non rispetta le regole. Il guadagno derivante dal mancato rispetto delle normative in molti casi è tale da rendere conveniente infrangere la legge e affrontare le eventuali sanzioni: che grazie ai pochi controlli spesso arrivano dopo anni...

 

Staff nocensura.com 


Nome

Email *

Messaggio *