lunedì 10 marzo 2014

Anonymous - Su il blocco dei siti streming da parte della Guardia di finanza


Nei giorni scorsi ha avuto luogo una vasta operazione per chiudere siti web che offrono film in streaming: pare che siano stati chiusi decine di siti.

Ma in realtà, i siti web non sono stati "chiusi", ovvero i file non sarebbero stati eliminati fisicamente: si tratta di un blocco a livello di DNS - spiega Anonymous - e questo "blocco" sarebbe facilmente aggirabile, stando a quanto illustrato dal famoso gruppo di Hacker in un articolo pubblicato sul sito globalproject.info.

Quella sulla "pirateria" è una battaglia che sul web si fa sempre più stringente; la cosa importante è che la scusa della "pirateria" non sia utilizzata per censurare il web, e colpire la libera informazione...




Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *