mercoledì 12 febbraio 2014

Scandalo (censurato) sangue infetto: l'appello di una vittima


A cura dello staff di nocensura.com

Abbiamo ricevuto via email la shoccante lettera che pubblichiamo di seguito. NON si tratta di una segnalazione anonima, ma firmata con nome, cognome e recapito telefonico, che per motivi di privacy abbiamo preferito non riportare. Qualora giornalisti o associazioni vogliano interessarsi alla vicenda, ci contattino e li metteremo in contatto con Sandra, autrice dell'appello. 

La prima cosa che ci ha detto l'autrice dell'appello, quando l'abbiamo contattata telefonicamente è stata "vi ringrazio dell'interessamento, i giornalisti non ci concedono spazio, la questione è scomoda.

Seguiranno aggiornamenti
 
L'appello a nocensura.com di Sandra XXX

Buonasera,
io sono Sandra e vi scrivo perchè non sò più a chi fare appello affinche tutti sappiano la nostra storia, la mia storiaio faccio parte di quelle 7000 persone contagiate da epatite c e AIDS a causa delle trasfusioni non controllate e  che ormai aspettano un risarcimento da parte dello stato da ben 7 anni. Unica  nostra colpa è quella di esserci fatti curare in una struttura ospedaliera, e di trovarci ora con la vita rovinata... rovinata per sempre e irrimediabilmente.
Nello specifico io sono l'erede di un deceduto a seguito delle trasfusioni, il mio adorato papà ha preso l'epatire durante il trapianto di reni nell'88 anno in cui morì anche mia mamma,  nel '92 lui scoprì di avere l'epatite c, andò fuori di testa, in quegli  anni non c'erano le conoscenze di oggi, lui si considerava un appestato  aveva paura di contagiare tutti aveva 42 anni, vedoco e con 2 figli adolescenti da crescere....non si è mai rifatto una vita per la paura di essere schifato da una donna!
Gli hanno rovinato la vita.....a causa della sua malattia perdeva molto sangue dal naso, inaspettatamente colava come una fontana........vivevamo assieme in casa sembrava di vivere in un posto contaminato sempre a disinfettare e quando sono rimasta incinta fu un incubo per noi in casa con sangue in ogni dove e quando sono nati i suoi nipoti  vederlo piangere perchè non poteva abbracciarli a causa delle continue emoraggie che aveva........
Ma chi ci risarcise di tutta questa sofferenza??
Noi come altre 7.000 persone abbiamo fatto causa al Ministero della sanità, ma dopo averci fatto
accedere alla famosa transazione oggi dopo 7 anni ci dicono che non ne abbiamo diritto??
Proprio per la rabbia di tutto ciò quando papà è morto il 5 aprile 2010 o deciso di fare mia questa battaglia e urlare al mondo la nostra sofferenza, la nostra emarginazione, la nostra discriminazione, schifati e non considerati neppure dallo stesso stato che ci ha condannato a morte.........
Sono più di 5000 i morti di sangue infetto oltre 120.000 gli infettati......perchè nessuno vuole parlare di noi?? Se questa non è un epidemia di stato.....se questa non è una strage......
ditemi voi, diteci voi cosa è!!!!

Vi chiedo aiuto
datemi voce, dateci voce.......

Un abbraccio
Sandra XXXXX

- - - - -
La vicenda fa tornare alla mente lo scandalo del sangue infetto che vide protagonista Duilio Poggiolini, direttore generale del servizio farmaceutico nazionale del Ministero della Sanità; uno SCANDALO IMMENSO i cui responsabili, alle solite, non hanno pagato adeguatamente.
Sulla questione suggeriamo la lettura dei seguenti articoli:
 Se volete maggiori informazioni, cercate su Google scandalo sangue infetto poggiolini e troverete numerosi articoli.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI  


Staff nocensura.com
montra ha detto...

Non so come ringraziarvi per dar luce a quella che è tra le più grandi tragedie occulte dei nostri tempi: si parla di un mln di contagiati, 80.000 riconosciuti dal Ministero della sanità con nesso causale.....5000 morti accertati e qui mi fermo..ma se ognuno di voi e parlo a tutti gli italiani, fa un giro di informazioni riscontrerà un danneggiato in famiglia!!!!!
Grazie ancora
Monica - Comitato Vittime Sangue Infetto

Nome

Email *

Messaggio *