venerdì 21 febbraio 2014

La Zanzara e le pressioni di De Benedetti su Barca


 
A cura di nocensura.com

Il programma radiofonico La Zanzara di Radio 24 nei giorni scorsi ha fatto telefonare ad un imitatore di Nichi Vendola all'ex ministro Barca, uomo di fiducia di Mario Monti (e quindi dei poteri forti di cui è espressione) il quale rivela le pressioni esercitate su di lui da De Benedetti, il manovratore occulto, tessera n.1 del PD nonché patron tra le varie cose del gruppo Repubblica-Espresso, che gestisce tra le altre cose svariate decine di quotidiani locali (per esempio Il Tirreno).

Barca rivela delle telefonate ricevute su mandato di De Benedetti per spingerlo ad accettare un nuovo incarico ministeriale, e rivela che De Benedetti ha persino organizzato un sondaggio su Repubblica dove lui risulta il candidato ministro più acclamato dai lettori (sulla cui vericidità a questo punto sono legittimi dei dubbi)

La notizia è stata, ovviamente, subito ripresa da molti giornali, quelli vicini a Berlusconi ci sono andati a nozze, dando ampio risalto alla notizia.

Visualizzazione di 20140219_164248_Via la Spezia.jpg

Che De Benedetti sia da sempre un "manovratore occulto" della politica italiana è risaputo; basti pensare ai diversi provvedimenti favorevoli che hanno visto protagonista i suoi interessi, l'ultimo della serie i sostanziosi aiuti a Sorgenia del governo Letta.

A giudicare da certi accadimenti, sembra che De Benedetti sia "benvoluto" anche da una parte della magistratura; non solo per la causa milionaria vinta contro Berlusconi, con un maxi risarcimento che francamente appare eccessivo; ma anche per la questione dell'evasione fiscale che lo ha visto protagonista, nel cui ambito ha ricevuto un trattamento molto migliore rispetto a quello riservato a Berlusconi, e a moltissimi italiani, pur avendo evaso la bella somma di 225 milioni di euro.

(Non fraintendete: non vogliamo difendere B. ma che De Benedetti sia stato trattato con i guanti gialli, è evidente. Berlusconi "non poteva non sapere" dell'evasione di 7 milioni, mentre De Benedetti "poteva non sapere" dell'evasione di 225 milioni...)

De Benedetti è ufficialmente legato alla "controversa" FAMIGLIA ROTHSCHILD; (vedi organigramma direttamente sul sito del gruppo edmond-de-rothschild.fr) una delle famiglie più potenti al mondo, con le mani sulle banche centrali e l'emissione monetaria nel mondo. Il gruppo Bilderberg, la commissione Trilaterale e gli altri "gruppi di potere" che rappresentano il "trait d'union" tra la politica e le lobby, sono una loro creazione; per la precisione questi gruppi sono stati creati da David Rockfeller, patron tra le altre cose di Monsanto, che a sua volta, come De Benedetti, è legato alla famiglia Rothschild, probabilmente quest'ultimo ha un ruolo più importante.




TORNANDO ALLA TELEFONATA DE LA ZANZARA: Davvero vogliamo credere che una radio di proprietà del "Gruppo 24 ore" (che gestisce tra le varie cose "Il Sole 24 ore", quotidiano che numeri alla mano è il 4° più diffuso in Italia, il terzo tra i quotidiani di informazione, dopo Repubblica e il Corriere, se escludiamo la Gazzetta che è un quotidiano sportivo - fonte: wikipedia abbia interessi a "sputtanare" l'establishment governativo?!?





Il 67% delle quote del "Gruppo 24 ore" sono controllate da Confindustria: la "lobby" degli industriali italiani, che rappresenta 148.392 imprese, tra cui le banche, e più o meno apertamente, è senza dubbio filo-governativa: basti pensare che dal 2004 al 2008 il Presidente è stato Luca Cordero di Montezemolo, legato alla famiglia FIAT nonché uno dei principali sostenitori del governo Monti, con la sua fondazione-partito "Italia Futura".

La vicenda più che una "scottante rivelazione" appare come una montatura. In molti sostengono che De Benedetti influisca e condizioni la politica italiana ed in particolare che detti l'agenda al PD.

Le "rivelazioni" mostrano un De Benedetti "debole", che fa pressioni su un "papabile" ministro per indurlo ad accettare; alla fine non c'è nemmeno niente di scandaloso, nel cercare di convincere una persona ad accettare il ruolo che gli hanno offerto...

Sarebbe stato grave, invece, se fosse emerso che qualcuno fa pressioni su Renzi o sui premier in pectore per orientare le sue scelte su determinate persone; 

QUALCUNO CREDE CHE QUESTO NON AVVENGA? Come mai tutti i ruoli più importanti - non solo nel governo, ma anche in altri ruoli chiave dell'apparato dello Stato - sono persone di fiducia della BCE?!?

Nei giorni scorsi alcuni giornali sostenevano che Napolitano avrebbe fatto pressione per inserire nei ministeri chiave persone "ben accette" dalle istituzioni europee; in particolare i Ministeri degli esteri e dell'Economia, dove pare che Napolitano avrebbe voluto veder confermati Bonino e Saccomanni, o comunque sostituirli con qualcuno di concordato.

 
Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *