martedì 11 febbraio 2014

Industria nel baratro: produzione 2013 in calo del 3%

Industria, produzione 2013 in calo del 3%
Nonostante l'ingiustificato ottimismo, le previsioni pazze slegate dalla realtà, le visioni di luci in fondo al tunnel, i dati sulla produzione industriale nel 2013 ci fanno tornare coi piedi per terra. Si registra, infatti, un calo del 3% rispetto al 2012 e a dicembre è tornata a calare dello 0,7% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, dopo il +1,5% di novembre. Lo rileva l'Istat che registra una contrazione su base mensile dello 0,9%. E' in aumento, invece, il dato relativo al quarto trimestre (+0,7% rispetto al terzo).

Rispetto al dicembre 2012 sono in aumento solo i beni intermedi (+5,6%), mentre calano quelli strumentali (-5,6%), l'energia (-3,2%) e, in misura più contenuta, i beni di consumo (-1%). I settori che registrano i cali maggiori sono i macchinari e le attrezzature n.c.a (-9,9%), le industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-6,9%) e la fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (-6,5%). I maggiori incrementi sono infine nei prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (+8,0%), nella fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+7,5%) e della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (+7,4%).


Fonte: controlacrisi.org

Keope ha detto...

Italiani, un popolo non popolo, che non ha il minimo senso civico e non conosce la solidarietà ed il senso di appartenenza nazionale; ecco perchè, a differenza di altre nazioni devastate da questa europa dei criminali del NWO, non dà segni di reazione a tutto quello che stiamo subendo. Inutile farsi illusioni, dal momento che formare una coscienza collettiva richiede tempi molto lunghi e noi, di tempo, non ne abbiamo più.

Nome

Email *

Messaggio *