sabato 15 febbraio 2014

Disinfettanti d'oro alla Asl di Foggia: 7 denunce e 2 arresti per truffa

Disinfettante da 60€ a confezione acquistato (con i soldi pubblici) a 1.920€: le fiamme gialle hanno scoperto la truffa, ma viene da chiedersi quanti soldi siano riusciti a far sparire, nel frattempo. E sopratutto, quanto pagheranno (in termini legali) i responsabili. Casi come questo sono stati scoperti in tutta la penisola, per citarne uno, il caso dei freni della Metropolitana romana pagati 4 volte più del valore di mercato. 

TROPPE VOLTE la malagestione dei soldi pubblici va avanti per anni, passando totalmente inosservata: non sarà il caso di cambiare qualcosa?!?

Staff nocensura.com
- - - 
Di seguito l'articolo di TGCOM: 
Disinfettanti d'oro alla Asl di Foggia: 7 denunce e 2 arresti per truffaL'azienda ospedaliera pagava flaconi di disinfettanti da 60 euro l'uno 1.920. Coinvolti cinque dipendenti e due imprenditori, l'operazione è stata condotta dalla Guardia di finanza
Flaconi di disinfettante per sale operatorie, dal valore commerciale di circa 60 euro l'uno, venivano pagati dalla Asl di Foggia al prezzo smisurato di 1.920 euro. Questa la truffa scoperta dalla Guardia di finanza nella quale sarebbero coinvolti cinque dipendenti dell'azienda sanitaria e due imprenditori. Sette in tutto le persone denunciate, due agli arresti domiciliari. I finanzieri hanno sequestrato beni per circa 1,6 milioni di euro.
Le accuse sono, a vario titolo, di associazione per delinquere, corruzione per atto contrario ai doveri d'ufficio, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e truffa. L'inchiesta, coordinata dalla procura di Foggia, ha evidenziato gravi irregolarità nelle procedure delle gare d'appalto per la fornitura alla Asl di materiale sanitario destinato ai presidi ospedalieri. Ogni flacone, costituito da 5 litri di disinfettante per sale operatorie, veniva fatturato a 1.920 euro mentre il valore di commercializzazioneda parte del produttore estero era di 48,53 sterline inglesi, pari a circa 60 euro. 



In particolare, secondo l'accusa, cinque funzionari dell'area gestione del patrimonio dell'Asl di Foggia avrebbero liquidato il pagamento di fatture per acquisti di prodotto raggirando - attraverso collusioni e altri mezzi fraudolenti - le procedure negoziali previste in materia di appalto e in assenza di autorizzazione alla spesa. Da quanto emerso, benché l'autorizzazione di spesa per l'acquisto del disinfettante fosse per 90 flaconi, dal 2009 al 2011 erano stateirregolarmente deliberate forniture per ulteriori 929 flaconi, per una spesa complessiva di 1.783.680 euro. Le società fornitrici avrebbero corrotto i pubblici dipendenti con tangenti e altre utilità per almeno 14mila euro. Sarebbero stati inoltre contraffatti i timbri delle unità ospedaliere per falsificare l'attestazione diavvenuta ricezione della merce.

Su richiesta della procura, il gip di Foggia ha emesso due ordinanze di arresti domiciliari per un funzionario della Asl e l'amministratore della società fornitrice del disinfettante, una misura interdittiva dell'esercizio nei confronti dell'amministratore di un'altra società fornitrice e un obbligo di dimora nei confronti di un dipendente della Asl. Il provvedimento si sequestro preventivoriguarda 27 fabbricati, 48 terreni, otto autovetture , 27 conti correnti bancari e quote di tre società.

Fonte: tgcom24.mediaset.it

Nome

Email *

Messaggio *