venerdì 28 febbraio 2014

CoeRenzi: tutte le gaffe del responsabile comunicazione Pd

Schermata 2014-02-23 alle 14.01.46
«La vera colpa di Veltroni è aver candidato e nominato deputati gente comeMarianna Madia. Sconosciuta al popolo italiano, ma ben introdotta nei giri, nelle cerchia, nelle combriccole che contano, lettiana di ferro (e non avevamo nessun dubbio), dell’attività parlamentare della signorina Madia conosciamo pochissimo, se non un disegno di legge sul lavoro ‘di noi ggiovani’. Un testo memorabile in cui non si spiega però come diventare parlamentare senza un perché, un per come, un per quando. [...] Ora capite la preoccupazione per la nuova legge elettorale? Rischiamo che nel prossimo Parlamento gente come Madia invece di diminuire, aumenterà e sarà sempre più libera di sparare cazzate»
(Francesco Nicodemo, 29 Agosto 2012, tratto da Madia, quando il Pd fa campagna elettorale a favore di Grillo)
«Mi suggerisce la regia, l’atto politico di Franceschini più rilevante è stato farsi crescere la barba quest’estate»
(Francesco Nicodemo, 12 Settembre 2012)
«Alfano e Lupi in ruoli chiave sono inquietanti»
(Francesco Nicodemo, 27 Aprile 2013)
«E non è che l’assenza di Brunetta renderà più dolce la presenza di Lupi»
(Francesco Nicodemo, 28 Aprile 2013)
«Buona Domenica, scusate ma si è dimesso Alfano?»
(Francesco Nicodemo, 14 Luglio 2013)
«Franceschini et similia possono fare tutti gli endorsi che vogliono. Quando Matteo Renzi sarà segretario questi non conteranno più una mazza»
(Francesco Nicodemo, 3 Settembre 2013)

«Come a febbraio, oggi la penso uguale. No al governo di larghe intese, legge elettorale ed elezioni anticipate. E basta prese per il culo»
(Francesco Nicodemo, 28 Settembre 2013)
«Siete sicuri che abbiamo davvero bisogno di Lorenzin ministro?»
(Francesco Nicodemo, 30 Settembre 2013)
«Quindi Franceschini è contro il Mattarellum: ‘renderebbe eterne le larghe intese’. E no, ciccio, quelli come te le rendono eterne»
(Francesco Nicodemo, 14 Novembre 2013)
«Il niente è questa nuova maggioranza politica con Giovanardi, Casini e Alfano aka Monnezza #notinmyname»
(Francesco Nicodemo, 16 Novembre 2013)
«E quindi non sono più larghe intese, ma una nuova maggioranza politica. Staccare la spina adesso per il bene della democrazia #notinmyname»
(Francesco Nicodemo, 16 Novembre 2013)
«Con Giovanardi, Casini e Alfano? Governare per fare cosa?»
(Francesco Nicodemo, 16 Novembre 2013)
Anche la coerenza #cambiaverso?


NINOSPARTACUS ha detto...

Per tanti cosiddetti " politici " privi di scrupoli ,che hanno imparato il salto della quaglia ,la coerenza non è un valore, anzi è uno strumento per fare carriera politica.Spero tanto che il popolo italiano si svegli prima che sia troppo tardi e riesca ad eleggere politici veri ,seri ed onesti. Sono molto pessimista, ma coltivo sempre la speranza di una rivoluzione culturale e civile,che faccia giustizia e ci liberi da questa situazione.

Nome

Email *

Messaggio *