martedì 7 gennaio 2014

Lo scandalo e scempio della discarica de "L'inviolata" a Guidonia

La discarica vista dall'alto
 Riceviamo e pubblichiamo da Carlo Gatto:

L'Inviolata è di fatto una riserva ambientale, patrimonio del territorio laziale.
Questa discarica era in passato una piccola discarica, che negli anni 80 fu aperta da un privato cittadino e chiusa poco dopo perchè ovviamente era abusiva.

Nei primi mesi del 2008 la discarica fu riaperta "in sordina" facendo svasare alcune tonnellate di rifiuti che non potevano più essere collocati presso la discarica di Malagrotta (dato che stava per essere chiusa)

un po alla volta, in totale silenzio un lato della collina (quello non visibile dalla strada) fu riempito di rifiuti, qualcuno si accorgeva di tanto in tanto di camion di rifiuti in zona ma non sembrava allarmante

Qualche anno dopo, nel 2010 i cittadini di Guidonia si ritrovarono con un nuovo svincolo autostradale, felici e contenti della bellissima opera offerta dal loro comune, nessuno però si era reso conto che lo svincolo serviva solo ad agevolare il traffico di rifiuti. In meno di 4 anni la collina dell'inviolata è diventata la più grossa discarica del Lazio.

per cominciare ti passo la foto satellitare della discarica:
http://www.vasroma.it/wp-content/uploads/2013/11/Foto-satellitare-della-discarica-dellInviolata.png

come puoi vedere chiaramente dalla foto la discarica è tutta l'area grigio scuro con quei "teloni" che servono ad evitare che gli uccelli e gli animali selvatici vadano a rovistare nei rifiuti
è facilmente comprensibile quanto questa discarica sia diventato un autentico "mostro" nel mezzo della natura, contaminando pericolosamente l'ambiente circostante
qui c'è un articolo che racconta la storia della discarica e i tentativi finora vani da parte degli enti di fermare questo scempio.
http://www.vasroma.it/ampliamento-della-discarica-dellinviolata-di-guidonia-montecelio/

questo è invece un messaggio del sito MarcoSimoneOnline (articolo di oggi 6 Gennaio 2014) che è una delle aree più vicine alla discarica.
http://www.marcosimoneonline.it/salvateci-da-questo-disastro-ambientale.html


da cui ti estraggo subito questo dato "nelle varie fasi di verifica, è stato accertato, attraverso i carotaggi eseguiti in 18 punti individuati lungo il perimetro, che la presenza di inquinanti e contaminanti in alcuni casi è a livelli di allarme. I tecnici dell’agenzia regionale hanno rilevato, in quantità assai consistenti, elementi estranei al rifiuto domestico come il tallio e il cobalto, circostanza che lascerebbe presupporre come in anni passati, probabilmente lontani, si siano verificati casi di smaltimento di rifiuti speciali e ospedalieri. La discarica dell’Inviolata, per la sua stessa conformazione paga oggi forse la impossibilità di bonificare la parte più antica del sito, cioè quella priva purtroppo di ogni diaframma a protezione del terreno sottostante, sia nella sua superficie che negli strati più profondi"

ecco qua un altro articolo dove ne parlano
http://www.aniene.net/modules.php?name=News&file=article&sid=4045

"Valori di manganese cento volte superiori al normale"
ed ecco anche alcuni estratti dell'articolo del quotidiano VasRoma (il primo link che ti ho passato), che spiegano a grandi linee cosa sta succedendo di grave nell'ultimo anno, ma come ti dicevo lo scempio del parco del'Inviolata è già iniziato da almeno 3 anni:
"Ad aprile del 2013, dopo che l’Arpa Lazio ha lanciato l’allarme rilevando il superamento di alcuni valori di riferimento per quanto riguarda inquinanti e contaminanti nell’area della discarica dell’Inviolata di Guidonia, la S.r.l. Eco Italia 87 ha presentato un Piano di caratterizzazione."
"Ciò nonostante, il 30 maggio 2013 la Regione Lazio ha emesso la Determinazione Dirigenziale n. A04360 che ha autorizzato la Eco Italia 87 del Gruppo Cerroni in “variante non sostanziale” ad ospitare il conferimento in discarica all’Inviolata di Guidonia per ulteriori volumetrie (27.500 mc.) o tonnellate (meno di 25.000) di rifiuti: un ampliamento della discarica del 10%."
"con l’aggravante da considerare che nel sito della discarica dell’Inviolata è in corso, un Piano di caratterizzazione per la contaminazione della falda acquifera sottostante"
(in sostanza gli avevano dato l'ok ad ampliare la discarica che era già al limite e con la faglia acquifera contaminata)

"L’Associazione “Amici dell’Inviolata” onlus, il Comitato Cittadini Marco Simone-Setteville Nord ed il Comitato Popolare Nord-Est Lazio hanno rilasciato la seguente dichiarazione: ”dal dicembre 2010 ad oggi sono stati portati nell’ultimo invaso ben 380.000 metri cubi di immondizie provenienti da 49 comuni dell’area, tra i quali Tivoli, Monterotondo, Fonte Nuova, Mentana e Sant’Angelo Romano che conferiscono da anni enormi quantità di rifiuti indifferenziati all’Inviolata ed i cui amministratori non fanno nulla in merito alla raccolta differenziata prevista dalle leggi di riferimento da sempre disattese. Il tutto a discapito della collettività" inoltre "nel progetto presentato all’inizio di giugno dal Consorzio Laziale Rifiuti (CO.LA.RI.) è previsto lo scavo di un ulteriore invaso da 500.000 metri cubi."

in pratica il volume attuale della discarica è destinato a RADDOPPIARE, capisci che schifo? non solo la zona è diventata una delle discariche più pericolose del Lazio, ma vogliono raddoppiarla!
"Nel frattempo sono cominciati i lavori per la costruzione dell’impianto TMB con la caratterizzazione dell’area inquinata ancora in corso e con i primi risultati che fanno presagire una catastrofe ambientale."

"Il 17 settembre 2013 è arrivato il terzo ricorso al TAR contro l’ampliamento della discarica dell’Inviolata, dopo quello del Comune e delle associazioni cittadine: a proporlo è stato il Comune di Fonte Nuova."

"La decisione è stata ufficializzata nell’ultima seduta di Giunta con l’affidamento dell’incarico legale all’avvocato Francesco Cristiani: il ricorso è motivato “dalla insostenibile vicinanza al centro abitato di Santa Lucia della discarica che, con tale determinazione, accrescerà il proprio potenziale nocivo e dallo sproporzionato costo che la popolazione di Fonte Nuova sta pagando in termini di salute e inquinamento ambientale”."

ed ecco la beffa:
"La Sezione I Ter del Tar del Lazio  ha respinto la domanda di sospensiva della Determinazione Dirigenziale del 30 maggio 2013 presentata dal Comune di Guidonia Montecelio."
LA VERITA', è che il sindaco ha sempre chiuso entrambi gli occhi ma solo ora in questi giorni sta facendo una falsa manovra di "interesse" stringendo mani in giro per i vari comuni e dicendo che interverrà... e sai perché? perchè tra 4 mesi ci sono le elezioni!
per cui ora è in atto una manovra da parte dei cittadini stessi, vista l'incapacità del comune di Guidonia di contrastare il problema dato che evidentemente esiste un interesse per i soliti speculatori (altrimenti non si spiega la velocità con cui sono stati completati i lavori per lo svincolo dell'autostrada), il guaio è che questi comuni (Santa Lucia, Marco Simone, Setteville, Guidonia) sono tutti scollegati tra loro, non comunicano, non si parlano quasi, per cui manca TOTALMENTE informazione sulla reale gravità della situazione.

Le informazioni che devono assolutamente essere divulgate all'attenzione degli abitanti delle zone limitrofe al'Inviolata sono
  • - il rischio gravissimo per la salute a causa dell'inquinamento
  • - lo sfacelo ambientale causato dalla presenza di rifiuti tossici
  • - il deprezzamento del valore degli immobili delle zone a rischio
Siamo di fronte ad una catastrofe senza precedenti
Proprio stasera ero li accanto al camper delle firme li a Santa Lucia e c'erano un paio di signori di Marco Simone che dicevano che non si erano accorti mai di nulla, quando gli è stata raccontata la verità si sono sentiti male letteralmente...


Nome

Email *

Messaggio *