giovedì 5 settembre 2013

Quando Napolitano considerava Assad “Un esempio di laicità”

giorgio-napolitano-assad-169767Di Gianni Candotto
 
Nel marzo 2010 Giorgio Napolitano fu il primo Presidente italiano ad andare in visita in Siria dove passò quattro giornate tra Ebla, noto sito archeologico e Aleppo. Scriveva sulla visita tg24.sky.it:
”Attenzione e cordialità che sono andate però oltre la pura formalità: protocollo a parte, i due presidenti insieme alle rispettive consorti si sono infatti incontrati informalmente in tre diverse occasioni, compresa una cena a quattro in un ristorante di Aleppo, dove le due coppie sono arrivate a bordo di un’auto guidata dallo stesso Assad.”

Le parole che usò il Presidente Napolitano per Assad erano al miele. Per Napolitano la Siria era un “esempio di laicità ed apertura” che “offre in medio oriente” e un esempio “per la tutela delle libertà assicurate alle antiche comunità cristiane”.

Oggi che la Siria è sotto la minaccia dei bombardamenti franco-americani l’Italia è ancora un amica della Siria? Napolitano è ancora della stessa opinione? Sarebbe auspicabile che queste parole dette solo tre anni fa diventassero la base per una politica italiana volta al mantenimento della pace nella regione.


Fonte: qelsi.it
 

Nome

Email *

Messaggio *