martedì 2 luglio 2013

Usa, poliziotti sparano in testa ad un cane che abbaiava per difendere il proprietario


POLIZIOTTI SPARANO TRE COLPI DRITTI IN TESTA AD UN CANE CHE ABBAIAVA PER DIFENDERE IL SUO PROPRIETARIO. -VIDEO

Una tragica scena ha avuto luogo nella città californiana di Hawthorne.

Rosby Leon, che camminava con il suo cane , ha deciso di filmare con il suo cellulare il sopralluogo che una squadra di polizia stava svolgendo in un quartiere, una sciocchezza che non meritava nemmeno l’ arresto con tanto di manette.
Ma in dettaglio come sono andate le cose?
La squadra di polizia inizia ad ispezionare le vie camminando. Rosby che passegiava con il suo cane, li vede e incuriosito filma gli agenti con il cellulare, nulla di grave, un’ azione che meriterebbe un richiamo o al massimo il sequestro del cellulare, invece no, il decorso degli eventi si fa tragico.
I poliziotti quando si accorgono di essere filmati chiamano l’ uomo gridando, si mostrano molto arrabbiati, l’ uomo a quel punto fa salire il cane in macchina per metterlo al sicuro.
Gli agenti lo insultano e gli mettono le manette, il cane è in ansia, si accorge che il proprietario è in pericolo e balza fuori dal finestrino dell’ auto.
L’ animale si avvicina abbaiando, cerca di dissuadere i poliziotti che non sentono ragioni, uno di loro, prende la pistola e spara uno, due, tre colpi in testa al cane.

Il cane cade al suolo senza più vita.
Nel video si vede la sparatoria quindi le immagini sono forti, ma vi invitiamo a guardarlo per capire bene la dinamica dei fatti.
Qui non c’ è stato solo un arresto inutile, qui si vedono delle persone che esercitato un abuso di potere sia verso l’ uomo ma soprattutto verso un essere innocente come un cane, che nulla centrava con la dinamica dei fatti accaduti. Queste persone meritano la sospensione immediata dal corpo di polizia. Facciamo conoscere questa storia, perché certi episodi non debbano più accadere. Condividi se puoi, grazie.


 Fonte:  NonSoloAnimali

Nome

Email *

Messaggio *