domenica 9 giugno 2013

Deputata di SEL vuole chiudere un sito sui crimini degli immigrati

Dopo gli attacchi alla libertà del web del Presidente della Camera Boldrini, un gruppo di deputati di "Sinistra Ecologia Libertà" suoi compagni di partito ha prodotto un'interrogazione parlamentare richiedendo al Ministero degli interni la chiusura di un blog di informazione, tuttiicriminidegliimmigrati.com che aggrega articoli di cronaca, indicando la "fonte" degli stessi, che parlano di crimini commessi da immigrati.

La prima firmataria della richiesta di censura è Annalisa Pannarale, che quando la voce del tentativo di censura si è diffuso sul web, è stata oggetto di pesanti critiche sul proprio profilo Facebook, dove qualcuno l'ha persino insultata.

La richiesta di censura sarebbe motivata dal fatto che - secondo gli autori - "il sito incita all'odio", inoltre "violerebbe la costituzione".

La questione è descritta in modo approfondito in questo articolo.


Raccogliere articoli di cronaca riguardanti reati commessi da stranieri può esser considerato incitare all'odio contro gli stessi, e addirittura violerebbe la costituzione?

Secondo noi è decisamente più lesivo della Costituzione il comportamento dei deputati di SEL che vogliono CENSURARE un blog che - piaccia o meno - raccoglie articoli di cronaca: se dovesse passare quel principio, in futuro qualcuno potrebbe chiedere la chiusura di un sito che elenca le malefatte delle banche, dei politici o altro, perché raccontando i loro crimini si "incita all'odio" nei loro confronti.

Divulgare fatti di cronaca, nei giusti termini, non può esser considerato reato. La verità è che i politici - di destra e di sinistra - hanno una gran voglia di censurare il web, che ritengono scomodo e fuori dal LORO controllo...


Staff nocensura.com

Nome

Email *

Messaggio *