mercoledì 19 giugno 2013

Arkansas, USA: paga l'affitto oppure aspettati il carcere

CarcereUna recente segnalazione di Human Rights Watch(HRW) esamina una singolare legge dell’Arkansas sul risarcimento danni, che ogni anno colpisce centinaia di inquilini in difficoltà nello stato.
Secondo uno studio di 44 pagine intitolato “Paga l’affitto oppure aspettati l’arresto: le conseguenze violente della legge penale sugli sfratti in Arkansas”, inquilini dello stato sono stati “trascinati in tribunali penali per violazioni che non rappresentano un reato in altri stati americani”, in base alla legge sul mancato sgombero dei locali, che consente accuse penali a carico di persone in ritardo nel pagamento dell’affitto e che non riescono a liberare la proprietà presa in affitto. Scrive lo HRW:
“Nel solo 2012, la legge sul mancato sgombero dei locali è stata utilizzata per incriminare 1.200 inquilini dell’Arkansas. Questa cifra sottostima notevolmente il numero totale di persone colpite da questa normativa. La stragrande maggioranza degli inquilini, davanti a un preavviso di sgombero di 10 giorni si affretta a lasciare casa piuttosto che dovere affrontare un processo – e a ragione.

“E a peggiorare di molto le cose, la legge scoraggia considerevolmente gli inquilini dal proclamarsi innocenti. A coloro che lo fanno, infatti viene richiesto il deposito presso il tribunale della presunta somma totale dell’affitto dovuta, che viene sequestrata nel caso l’inquilino venga riconosciuto colpevole. In ogni caso, gli affittuari che non sono in grado di depositare la somma ma si dichiarano innocenti, rischiano multe notevolmente più salate e fino a 90 giorni di carcere. Questo non avviene per gli inquilini che si dichiarano colpevoli”.
Secondo l’organizzazione per i diritti umani, “proprietari senza scrupoli” sono in grado di trarre profitto dalla legge, dato che i tentativi di verificare le loro denunce sono minimi, inoltre si sono scoperti procuratori che hanno depositato accuse soltanto sulla base delle denunce dei proprietari.
“Human Rights Watch ha intervistato un’inquilina il cui proprietario ha ottenuto un mandato d’arresto emesso contro di lei solo tre giorni dopo l’ordine di lasciare casa. Un’altra donna è stata più volte accusata sulla base di false denunce presentate da un uomo al quale aveva acquistato casa sua – e l’aveva pagata interamente”, si osserva in una dichiarazione dell’HRW.
Lo stesso HRW, aderendo a una commissione non legislativa sulla legge proprietari-inquilini istituita a gennaio 2013, chiede l’abrogazione della legge, e vuole la sostituzione dell’ordinamento penale sugli sfratti con qualcosa di simile a un processo civile.
Fonte: Natasha Lennard per Salon / Traduzione di Gabriele Picelli per www.times.altervista.org

Tratto da: ecplanet.com

Nome

Email *

Messaggio *