mercoledì 8 maggio 2013

Bangladesh: una nuova tragedia che racconta lo sfruttamento del lavoro

bangladesh-map1E’ salito ad almeno 282 il numero complessivo dei morti accertati a causa del crollo di un edificio di otto piani avvenuto due giorni fa in Bangladesh,  alla periferia della capitale Dacca. Un bilancio che pare destinato a salire. Sotto le macerie si trovano ancora tra le 300 e le 400 persone, nella notte ne sono tratte in salvo 54, ma è una vera e propria corsa contro il tempo quella dei soccorritori.

Il crollo è il peggior incidente della storia del paese che ha visto fiorire in questi anni l’industria del tessile low cost, a discapito ovviamente della sicurezza dei suoi operai. L’edificio in questione ospitava diverse aziende tessili che lavorano anche per grandi multinazionali  tra cui la Benetton ed era stato evacuato nei giorni precedenti il disastro per dei cedimenti della struttura. Nonostante questo gli operai e gli impiegati erano stati costretti dai datori di lavoro a tornare al lavoro.

Proprio a Dacca questa mattina si sono verificati violenti scontro quando una folla oceanica con migliaia di lavoratori dell’industria tessile, è scesa in strada per chiedere pene esemplari per i responsabili  della sciagura. Un episodio che riporta drammaticamente all’attenzione il problema delle gravissime condizioni di lavoro degli operai del tessile del Bangladesh e la piaga del lavoro minorile nel paese. Il servizio con Bruno neri di Terres Des Hommes. Ascolta


Fonte: http://www.radiondadurto.org/2013/04/26/bangladesh-una-nuova-tragedia-che-racconta-lo-sfruttamento-del-lavoro/

Nome

Email *

Messaggio *