sabato 27 aprile 2013

Ricev. e pubblichiamo: "Rinnovo contratto autoferrotranvieri: una presa per i fondelli"

 Riceviamo e pubblichiamo:

Salve.
Ho appena letto il verbale di accordo per il rinnovo del contratto collettivo nazionale autoferrotranvieri che porto in allegato. Una domanda sorge spontanea! È un accordo o una presa per i fondelli?La risposta che mi son dato è chiara...una presa per il culo...detta con un francesismo. Si vuol chiudere la questione con 700 € parametrati a chi ha un'anzianità di servizio di 16 anni. Parlando in soldoni 12,50 € per ogni mese ormai lavorati (perchè,mentre un cittadino prima firma il contratto e poi ha la prestazione,per lor signori prima si ha la prestazione e poi si discute sul compenso) lordi per coloro i quali hanno l'anzianità richiesta. Sottolineo....12,50 €/mese lordi! Eh si! Chiamarla presa per il culo mi pare azzeccato! E non lo dico a governo e associazioni datoriali che sta nell'ordine delle cose che facciano i loro interessi...no! Lo dico agli esimi firmatari sindacali i quali (da me non più perché stanco di queste prese in giro) ogni mese prelevano dalla busta di migliaia di lavoratori la quota associativa per difendere gli interessi delle maestranze! Bel modo... Ho letto l'accordo più volte ma francamente non ho trovato traccia di quello che dovrebbe essere l'aumento mensile a fronte del rinnovo ergo questo sia pari a 0 €/mese ma la parte normativa è stata redatta per permettere, così si legge,alle aziende di svolgere il proprio compito...mi pare un ulteriore bel modo di difendere gli interessi di chi lavora... e non mi si dica che son fortunato ad avere un lavoro...lo so!Ma non per questo devo lavorare gratis... scusate lo sfogo!




Nome

Email *

Messaggio *