Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 1 aprile 2013
fukushima google cover
Di Francesca Mancuso - greenme.it
Fukushima, due anni dopo il terremoto e lo tsunami che distrussero una vasta area del Giappone, alcune persone non sono più rientrate nelle loro case e non hanno avuto neanche la possibilità di rivederle, di visitare il luogo in cui avevano vissuto. È accaduto a Namie-machi, una piccola città della prefettura di Fukushima, da 25 mesi disabitata. Le telecamere di Google si sono spinte al suo interno, per regalare ai suoi ex abitanti la possibilità di rivederla ancora una volta.
O meglio, di guardare ciò che resta della città. Nonostante siano passati due anni dal disastro, alla gente del luogo non è ancora permesso rientrare a Namie-machi. Molti sfollati hanno chiesto di vedere lo stato attuale della loro città. Per motivi di sicurezza ciò non è stato possibile, almeno fisicamente.
fukushima google strada
Grazie al sindaco di Tamotsu Baba, Namie-machi è finita su Google. Le auto di Street View hanno attraversato il paese catturando immagini panoramiche della città abbandonata esattamente così com'è oggi. Le immagini sono adesso a disposizione su Google Maps, tra esse quella di questa strada, una delle arterie principali di Namie-machi, spesso utilizzata per eventi all'aperto, come i Ten Days of Autumn festival, con 300 bancarelle di strada e 100.000 visitatori.
fukushima google scuola
Molti edifici sono crollati durante il terremoto, e non è stato ancora possibile rimuovere le macerie: “Non siamo neanche in grado di riparare gli edifici danneggiati né i negozi, per prepararli ad un nuovo potenziale impatto con scosse di assestamento racconta il sindaco.

Questa immagine, sotto, mostra un'area situata ad un chilometro dall'Oceano Pacifico, nell'entroterra. Sopra si può vedere la scuola elementare Ukedo. Nelle vicinanze il Porto Ukedo che prima del sisma vantava 140 imbarcazioni da pesca e 500 edifici. Ma ha subito alcuni dei danni peggiori provocati dallo tsunami.
fukushima google portoDal disastro, il resto del mondo si è mosso in avanti, e molti luoghi in Giappone hanno iniziato a riprendersi. Ma a Namie-machi il tempo si ferma. Con il pericolo nucleare persistente, siamo solo stati in grado di fare un lavoro superficiale per due anni interi”.
Non solo per gli abitanti. Le immagini di Namie-machi che Google ha messo a disposizione serviranno a ricordare a tutti i danni legati all'incidente nucleare. Quasi un monito, rivolto a chi ancora crede che l'atomo sia una scelta sicura.

Fonte: http://greenme.it/tecno/internet/10054-fukushima-google-street-view

1 commenti:

GaltaRed ha detto...

please, ricaricate le immagini!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi