Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura


Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro... FIRMATE!!!
lunedì 15 aprile 2013
Tanti modi creativi per non inquinare, riciclando i copertoni delle macchine 

Di Giulia Landini

O gni anno vengono venduti in Italia circa 30 milioni di pneumatici per autovettura, 2 milioni per autocarro, 3 milioni per mezzi a 2 ruote e 200.000 per mezzi industriali ed agricoli, cui corrisponde, in linea di massima, l'uscita dall'uso di altrettante quantità di pneumatici a fine vita.

Questi i dati forniti da Ecopneus - la società senza scopo di lucro per il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e la destinazione finale dei Pneumatici Fuori Uso (PFU), creata dai principali produttori di pneumatici operanti in Italia in base all’art. 228 del Decreto Legislativo 152/2006 – che stima siano circa 380.000 le tonnellate di pneumatici che diventano fuori uso ogni anno nel nostro Paese: una risorsa dalle enormi potenzialità di riutilizzo (bitume, energia, insonorizzazioni, etc.), il cui esito, fino al 2006, era prevalentemente la discarica.

Oggi, invece, grazie all'articolo 228 del decreto Legislativo 152/2006 non è più possibile portare copertoni in discarica – pneumatici che sarebbero stati 'smaltiti' per combustione -, ma è obbligo smaltirli tramite appositi macchinari per dare vita a nuovi materiali, impiegati soprattutto in campo edile e di ingegneria civile, o utilizzati come combustibile per produrre energia elettrica o nei forni dei cementifici.

C'è da sapere che per costruire un pneumatico di un'autovettura, occorrono 7 kg di gomma per la cui produzione sono necessari 27 litri di petrolio, mentre per un pneumatico industriale, 60/70 kg di gomma, l'impiego è di circa 100 litri.
Ma il pneumatico è un materiale molto versatile, lo hanno compreso artisti, designer, artigiani e costruttori.

BIOWORLD ALTRESCARPE ricicla materiali per produrre scarpe artigianali con la suola di gomma; anche Timberland ha lanciato la scarpa con suola di GOMMA RICICLATA della linea Earthkeepers 2.0 , appositamente progettate per non essere buttate, ma smontate per recuperare le materie prime e riciclate esse stesse.

La TIRE ART è un filone artistico che ricicla i copertoni per fare opere d’arte, sculture urbane.
E si è scoperto che i copertoni usati sono anche un ottimo materiale per edilizia: la comunità di beduini Jahalin del villaggio di Al Akmar in Palestina è stata protagonista di quello che molti media hanno chiamato 'miracolo', ossia la costruzione di una SCUOLA FATTA DI GOMMA.
Quattro aule di 50-60 metri quadri ognuna e una segreteria-ufficio, tutte costruite con pneumatici posizionati a file sfalsate come i mattoni, riempiti di terriccio e argilla e con una copertura sul tetto in lamiera sandwich coibentata. Il progetto è stato gestito e realizzato dalla Onlus milanese Vento di Terra, in collaborazione con il Jerusalem Beduins Cooperative Committee di Anata (Gerusalemme Est). Un giovane gruppo di ingegneri e dottorandi con il supporto dell’Università di Pavia, a partire dall’analisi dei limiti del territorio (clima desertico e impossibilità dell’uso di materiali da costruzione) ha ideato questo progetto innovativo e poco costoso.
Si chiama riuso utile, e sono ormai molti i progetti di costruzione edilizia con materiali riciclati, soprattutto nei paesi del Terzo Mondo.

L'interesse verso i pneumatici è ormai un dato di fatto: interessante la durata di questo materiale, praticamente infinita, il loro reperimento per usi domestici è semplice e gratuita.
Infatti, se avrete occasione e voglia di cimentarvi in questo tipo di riuso domestico, sappiate che le opportunità non mancheranno.

In giardino
Riutilizzate i pneumatici come fioriere o vasi per coltivare il vostro orto in spazi ristretti, basta riempirli con della terra e seminare o trapiantare. Per una migliore estetica, potrete anche dipingerli.

Rastrelliera per biciclette

Ponete i vostri pneumatici uno accanto all'altro, incastrandole nel terreno. Tra un cerchio e l'altro posizionate le biciclette.

Altalene
Prendete il pneumatico, nella parte che terrete in alto fate passare una grossa corda. Legate la corda a un albero o a un sostegno importante. Si possono creare anche fantasiosi animali da giardino, ruote rotolanti per far giocare i vostri bambini... che vi ringrazieranno!

Sedute da giardino
Prendete due gomme, pulitele e dipingetele a piacere. Sovrapponetele, aggiustatevi dei cuscini sopra e il gioco è fatto. Se volete anche lo schienale, tagliate a metà il pneumatico e adagiatelo in verticale sopra la seduta fermandolo con della colla.

In casa
In casa i vostri pneumatici usati potranno diventare portariviste, poggiapiedi quando sarete sdraiati sul divano, poltroncine da interno, dei tavolini incollandovi sopra un piano di appoggio di legno o di vetro. Le idee verranno creando!


 
Di Giulia Landini
Fonte: http://www.stilenaturale.com/news/1608/Come-riutilizzare-i-copertoni-senza-inquinare.html

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi