sabato 27 aprile 2013

I danni provocati dall’estrazione del petrolio +Video intervista

AFRICA NEWS HA INTERVISTATO COMRADE SUNNY OFEHE
fondatore e direttore della ong Hope for Niger Delta Campaign, un’organizzazione impegnata da anni per difendere i diritti delle popolazioni del Delta del Niger. L’intervista apre gli occhi su molti fronti.Innanzitutto rivela i danni drammatici all’ambiente e alla salute dell’uomo che sta provocando l’estrazione di petrolio da parte di molte multinazionali compresa l’italiana Agip: la popolazione del Delta del Niger ha sempre vissuto di agricoltura e di pesca ma ora tutto è inquinato a causa del petrolio. Gli standard di estrazione petrolifera non sono adeguati e ciò porta anche a malattie serie e non curabili.Il problema dell’immigrazione in Italia di molti nigeriani è da comprendere partendo anche da questa situazione: non potendo lavorare coltivando i campi e pescando, molti nigeriani decidono di lavorare all’estrazione del petrolio per le grandi multinazionali ma le occupazioni fornite da quest’ultime sono spesso di breve durata. Di conseguenza i nigeriani preferiscono lasciare il proprio paese ed arrivare in Italia e la maggior parte di loro giunge proprio dal Delta del Niger, territorio così tanto sfruttato per l’estrazione del petrolio.
Comrade Sunny Ofehe L’INTERVISTATORE
chiede a Comrade Sunny Ofehe se un cambiamento italiano verso fonti di energia rinnovabili potrebbe portare giovamento alle popolazioni del Delta del Niger. La risposta è affermativa: il governo nigeriano sarebbe costretto ad investire in altro e forse le popolazioni potrebbero ritornare ai tradizionali lavori di pesca e agricoltura. Conclude l’intervista dicendo: “Il petrolio non è una benedizione per il popolo, è un costo per il popolo”.

GUARDA IL VIDEO


Fonte: eticamente.net - tratto da: ilfattaccio.org


Nome

Email *

Messaggio *