*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 16 aprile 2013

Addio al debito, lo strumento giuridico del debito detestabile -Il nuovo libro di Salvatore Tamburro

Decenni di politiche liberiste, speculazioni finanziarie, feroci privatizzazioni (a tutto vantaggio delle grandi concentrazioni di capitale) tagli della spesa pubblica a danno dei cittadini, hanno condotto molti Stati dell'euro zona a richiedere sempre maggiori prestiti e, di conseguenza, hanno portato il debito pubblico a raggiungere livelli sempre più elevati. Sembra esistere, però, un rimedio al pagamento del debito pubblico che, nella giurisprudenza internazionale, viene definito col nome di "debito detestabile". Il concetto di "debito detestabile", chiamato anche "debito odioso", nasce all'interno di una dottrina giuridica secondo la quale il pagamento del debito pubblico da parte della collettività e del governo in carica può essere ritenuto ingiusto se le motivazioni addotte hanno un reale fondamento Questo saggio affronta il concetto di debito pubblico, con particolare riferimento al debito pubblico italiano, per poi entrare nel vivo della dottrina sul debito "detestabile" ed i suoi relativi casi di applicazione, verificatosi in epoche disparate ed in diverse parti del mondo.

 

Nome

Email *

Messaggio *