Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 18 marzo 2013

Bilancio in perdita e conti in rosso: il colosso telefonico vara un nuovo piano industriale per uscire dalla crisi.
Le perdite dell'ultimo semestre, ammontano a 1,977 miliardi di sterline (pari a 2,47 miliardi di euro) contro un utile netto di 6,679 miliardi dell'anno scorso, il risultato negativo, sono da imputarsi alla forte svalutazione di mercato, superando quota 9 miliardi di euro.
I paesi più colpiti sono Italia e Spagna, quest'ultima da un comunicato della stessa società, rivolto ai sindacati, sarebbe pronta a congedare in maniera definitiva entro pochi giorni, 1.075 impiegati, pari al 25% della forza lavoro, cui l'età media è di 38 anni, e secondo i rappresentanti degli stessi lavoratori, aprire un tavolo di trattative vista l'attuale situazione, sarebbe un'impresa quasi impossibile.

La stessa procedura è annunciata per l'Italia: proprio qualche giorno fa, la compagnia di telefonia, ha comunicato che visto l'andamento del settore TLC, "risulta necessaria un'azione di trasformazione ed efficienza che passa attraverso la ridefinizione complessiva del costo del lavoro e una riduzione del perimetro aziendale pari a 700 esuberi, nelle funzioni di staff e supporto, e non a diretto contatto con il cliente".
Già dall'11, aperte le formalità per un licenziamento collettivo, e nel frattempo i sindacati sono sul piede di guerra, commentando la grave situazione Eric Poli, funzionario della Slc Cgil, spiega che: "Siamo disponibili al dialogo fermo restando che l'apertura delle procedure di mobilità, è un'iniziativa forte ed eccessiva, si tratta di individuare soluzioni sostenibili e ribadiamo il nostro no ai licenziamenti".
Insomma per l'Italia questa si annuncia come l'ennesima sconfitta per lavoratori e famiglie, già strette dalla morsa della congiuntura economica.
Fonte: http://telefonia.supermoney.eu/news/2013/03/vodafone-pronta-a-licenziare-700-dipendenti-0010793.html - tratto da agoravox.it

1 commenti:

Anonimo ha detto...

Notizia errata nessuna perdita. Riduzione dei ricavi (l'incasso di fine anno) e dei profitti. Tolte le spese e le tasse si portano a casa ancora 3700 milioni di euro l'anno. Mandano a casa 700 persone per recuperarne solo 80.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi