Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 18 marzo 2013

Ci siamo, il tabù è rotto: ora si salvi chi può. Prima venne Amato, il socialista, e si fregò, di notte, i risparmi degli Italiani. La chiameranno tassa, sarà una rapina.
Joerg Kraemer, capo economista della banca tedesca Commerzbank , ha chiesto che, dopo Cipro, anche ai depositi bancari privati in Italia venga applicato un prelievo, stavolta del 15%: “Un prelievo del 15 per cento delle attività finanziarie sarebbe probabilmente sufficiente a spingere il debito del governo italiano al di sotto del livello critico del 100 per cento del prodotto interno lordo”, ha detto a Handelsblatt. E’ la ricetta della finanza e degli eurocrati per l’Italia.
L’elite eurofanatica bancaria promuove deliberatamente la dislocazione sociale come stratagemma per prendere il controllo dell’economia di una nazione e iniziare il processo di appropriazione della ricchezza dei cittadini prima, e della floride società italiana: ENI, ENEL, FINMECCANICA. In questo aiutate dalla magistratura ben foraggiata.
Come esposto dal giornalista investigativo Greg Palast nel 2001 , l’élite bancaria globale, vale a dire la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale, hanno affinato una tecnica che ha permesso loro di applicare la strategia in numerosi paesi in passato.
Nel mese di aprile 2001, sono trapelati documenti della Banca Mondiale che delineavano un percorso in quattro fasi su come saccheggiare le nazioni della loro ricchezza e delle infrastrutture, mettendo il controllo delle risorse nelle mani dell’élite bancaria.

Una delle fasi finali del processo, denominata la “rivolta del FMI,” descrive come l’élite starebbe deliberatamente pianificando disordini civili di massa che avrebbero l’effetto di spaventare gli investitori e causare i fallimenti dei governi. Per poi prendere il controllo della situazione.
“Questo incendio doloso dell’ economia facilita il saccheggio da parte degli stranieri dei beni nazionali a prezzi stracciati”, scrive Palast, aggiungendo: “Emerge un disegno. Ci sono molti perdenti, ma i chiari vincitori sembrano essere le banche occidentali e l’élite finanziaria. ”

Quanto tempo prima che la crisi generata dal saccheggio costringerà Cipro a vendere i suoi beni, così come la Grecia ha fatto negli ultimi tre anni? E quando toccherà all’Italia?
Il saccheggio di Cipro, erroneamente etichettato come “tassa”, è stato venduto da governo cipriota, Fondo monetario internazionale, Unione europea e media di disinformazione di massa come un “male necessario” per evitare che le banche del paese andassero in rovina e la nazione collassasse. Falso, gli stati che hanno sovranità monetaria non falliscono. Falliscono quegli stati costretti dall’euro a prendere – detto molto rozzamente – i soldi in prestito dalla Bce. E questo è anche il motivo dello “scandalo ungherese”: si sono ribellati all’usura della Bce, devono perire.


Fonte: http://voxnews.info/2013/03/18/eurorapina-commerzbank-prelievo-forzoso-del-15-sui-depositi-italiani/

4 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao , questo articolo mi ha fatto un certo senso di disgusto verso questa societa! si sa qualcosa di piu preciso quando succedera questo "male necessario al danno dei poveri"?

Anonimo ha detto...

ERA GIA' TUTTO PREVISTO ED ORGANIZZATO.
IL PRELIEVO FORZOSO SUI CONTI A CIPRO: GETTITO TOTALE PREVISTO 5,8 MLD DI EURO. ESPOSIZIONE DELLE BANCHE TEDESCHE SU CIPRO: 5,8 MLD DI EURO.
C O M P L I M E N T I ALLA U.E. NON SI SMENTISCE. SOLO SOLDI.

ED ORA AI PROSSIMI. ORA I CONTI (TRANNE QUELLI CORRENTI) TORNANO. ALTRO CHE STRUMENTI CONTRO L'EVASIONE, IL LIMITE DI 1.000 EURO PER I CONTANTI, EL'OBBLIGO DI DOTARSI CONSEGUENTEMENTE DI UN C/C BANCARIO O POSTALE, ALTRO NON SERVE CHE A METTERE A DISPOSIZIONE DELLA U.E. DEI LADRI BANCHIERI PIU' RISORSE POSSIBILI DALLE QUALI ATTINGERE.

BASTA CON L'EUROPA DELLE BANCHE E DELLA GERMANIA.

FUORI !! O NOI, O LORO !!

Anonimo ha detto...

Si,e' vero...! Si vocifera addirittura che riguardo all'Italia si andrebbe ben oltre un semplice prelievo forzoso in salsa cipriota,magari pure esteso a tutte le attivita' finanziarie, e quindi comprendente gli attivi presenti nei depositi titoli;infatti,si parla addirittura di una ben piu' robusta super imposta PATRIMONIALE globale, inclusiva del valore ai fini IMU degli immobili posseduti, oltre ai saldi delle attivita' finanziarie, nella misura tra un minimo del 10 ed un massimo del 20% del valore , con conseguente gettito attorno ai 700 miliardi di euro! Roba da far tremare i polsi, da scassare irrimediabilmente ed in via definitiva il sistema finanzio familiare italiano,mandando i privati in bancarotta, visto che le disponibilita' liquide presenti nei conti correnti e depositi,anche postali, sono di soli 660 milardi di euro, ma stanno calando in questi mesi..! Che dire? Si salvi chi puo'..! Oltre a Mr. Amato,o al sempreverde Prof.Monti, altro potenziale esecutore di detta supermanovra grondante sangue parrebbe poter essere il direttore generale di Banca d'Italia Dr. Saccomanni, dato in pole position come futuro ministro unico dell'Economia di TUTTE le possibili soluzioni governative sin qui proposte in Italia,ovveroainciucio PD-alcuni Grillini trasformisti,oppure PD-PDL, oppure nuovo governo tecnico o del Presidente o 'di scopo'...ovvero con lo scopo di mettere l'Italia in ginocchio con il supertributo che tanto fa gioire Bruxelles, la UE, la troika e l'elite finanziaria internazionale che detiene il potere reale.Quindi, siate vigili..Puo' accadere presto,occorrec solo un nuovo Governo italiano IN CARICA, dotato di fiducia..Perranto non fatevi trovare del tutto impreparati.Anonimo.

Anonimo ha detto...

Sai... sarebbe bello un sito dove comparissero documenti, scritti ufficiali/ufficiosi, firme, audio...
molti sanno o presumono che questa come altre vicende legate alla finanza sono vere. Cosí come tante altre cose che sembrerebbero pura fantasia. Sono utopista? se certe veritá trapelano...allora anche qualche prova concreta potrebbe arrivarci. Poi negata, smentita, smontata lo so ma intanto l´avremmo vista...Ciao e buon lavoro. Guido.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi