Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

lunedì 18 marzo 2013
Grafici impressionanti: sia per il traffico automobilistico che per quello dei mezzi pesanti, gli ultimi 12 anni sono stati cancellati.
aiscat2012-vp.jpg
Di Debora Billi - http://petrolio.blogosfere.it
I grafici sono impressionanti: sia per quanto riguarda il traffico automobilistico che per quello dei mezzi pesanti, gli ultimi 12 anni sono stati cancellati.




E' un'elaborazione dell'aspista elettrico ing.Max De Carlo, e qualcuno potrebbe accusarmi di approfittare bassamente del suo blog quando si tratta di numeri e cifre; infatti avrebbe ragione, meglio fidarsi di Max che della mia solita confusione aritmetica. Si tratta qui di un calo delle percorrenze autostradali totali pari a quasi il 10% rispetto all'anno di picco, il 2007 (76 miliardi di km contro 83). La curva delle percorrenze per i veicoli pesanti è impressionante, sembra una delle più toste curve di Hubbert: una repentina salita, ed un'altrettanto repentina discesa dopo il 2007, con una lieve ripresa nel 2010 seguita da un altro crollo.
Ma anche l'andamento delle percorrenze automobilistiche ha dell'inquietante: costante lenta salita fino al 2010, "plateau" nel 2011, e crollo repentino nel 2012. Come se fosse davvero finita un'era.
aiscat2012-vl.jpg

Qualcuno osserverà che, da "picchisti", non dovremmo che rallegrarci che finalmente stia finendo l'era dell'automobile e dei trasporti su gomma. Come sempre confondendo una crisi subìta disordinatamente, con una decrescita organizzata verso una direzione precisa. Nessuno, picchista, decrescitista o altro avrebbe mai voluto vedere simili crolli improvvisi ed inaspettati: il calo di consumi in ogni settore dovrebbe essere ben pianificato prima, con le dovute alternative e con un progetto a lungo respiro che rappresenti un miglioramento di vita.
Stiamo assistendo invece a un si salvi chi può che non è in grado di rallegrare nessuno. Che anzi rende sempre più difficile ed arduo riuscire a pianificare qualcosa di sensato: come sempre accade, d'altronde, quando c'è panico disordinato.

Grafici - Mondo Elettrico
Fonte: http://petrolio.blogosfere.it/2013/03/automobili-crollo-del-traffico-autostradale-siamo-tornati-al-2001.html


1 commenti:

Anonimo ha detto...

e' finita un ERA!

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi