Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

martedì 5 febbraio 2013

Nel Lazio il partito "Democrazia Atea" ha candidato un SATANISTA: e non "uno a caso", bensì uno molto conosciuto: Marco Dimitri dei "bambini di Satana"; ne abbiamo parlato in questo articolo:
http://www.nocensura.com/2013/02/nel-lazio-democrazia-atea-candida-un.html

E' ovvio che chi ha messo in lista Dimitri era ben consapevole del fatto che si sarebbero accesi i riflettori sul caso. Una "pubblicità" che apparentemente potrebbe apparire "negativa" per il movimento in questione; ma se consideriamo che in Italia il mondo dei 'satanisti' è in continua crescita (se ne parla poco: ma se fate una ricerca ve ne rendete conto) con questa mossa, ''Democrazia Atea" ambisce probabilmente a raccogliere il loro voto: una strategia non dissimile da quella adottata da sempre dai partiti che candidano persone di una determinata categoria per ottenere i voti della stessa.

I satanisti italiani quindi, presto potrebbero essere rappresentati nelle istituzioni. Il partito Democrazia Atea invece, che nei mesi scorsi ha dato vita sul web ad una campagna di informazione sui costi della Chiesa e del Vaticano, con la (legittima) denuncia di sprechi vari, con questa mossa si pone in un terreno ambiguo: è un movimento che promuove valori ''atei'' oppure ''contro la Chiesa'', come viene evidentemente letta da molti la candidatura del "bambino di Satana" ?

Certo anche nel secondo caso, potrebbero esser destinati a raccogliere consensi, visto che molte persone sono indignate dinnanzi all'atteggiamento, al comportamento e alle decisioni del Vaticano e degli alti prelati: fino ad arrivare all'anticlericalesimo militante.

C'è chi se la prende con gli stranieri, chi con le forze dell'ordine, qualcuno anche con la Chiesa: la cosa importante è avere un nemico che incarni il ''male assoluto'', tanto per suddividerci ulteriormente in ulteriori 'fazioni', evidentemente non bastavano destra-sinistra-centro.

Un conto è essere ATEI, un conto è essere "contro la Chiesa" e un altro ancora strizzare l'occhio ai satanisti, con i quali gli "atei" non hanno niente a che fare.

Un conto è prendere le distanze da sortite assurde del Vaticano come quelle sul preservativo; è altrettanto giusto smascherare gli scandali e le malefatte, pretendendo che la giustizia faccia il proprio corso anche quando chi commette un reato indossa l'abito talare (o la divisa blu) ben altro conto invece è scadere nella "guerra tra bande"...


Staff nocensura.com

Immagine: Lo Sai Simbologia & Sette segrete


0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi