Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

mercoledì 2 gennaio 2013

Il discorso di fine anno è stato (come prevedibile) un flop, seguito da appena 16 italiani su 100 secondo i dati ufficiali; un dato ben distante da quelli degli appassionanti discorsi del Presidente Pertini, che ammutoliva le tavolate delle famiglie italiane, festanti per il capodanno, che si 'fermavano' per ascoltare il Rispettato, Compianto, Presidente.

Il dato è praticamente identico a quello dell'Anno Precedente.

Staff nocensura.com

Il Re è nudo - tratto da http://diariodiunadisoccupataperbene.blogspot.it/2013/01/il-re-e-nudo.html?spref=fb

Finalmente è arrivato l'ultimo capodanno di Re Giorgio come Presidente della Repubblica italiana. 
E l'accostamento "re" a "repubblica" non è certo un caso.
Si fa fatica a pensare che le tanti, inutili, vuote e con un palese secondofine, parole pronunciate dal nostro re, siano le stesse di un importante antifascista, un partigiano nonchè primo presidente rosso della repubblica, membro del partito comunista.
Come diceva mio nonno, che partigiano non era, ma che avrebbe adesso la stessa età di re Giorgio: vale più una nomina che un'azienda. 
Eh si Giorgio, bastano 20 minuti in televisione per farti cadere dal trono e nonostante tu ti sia aumentato lo "stipendio" di 8 mila euro ecco come appari: come un re nudo.
Nudo di personalità, nudo di possibilità di espressione, nudo di quella libertà per cui hai sicuramente lottato durante la tua vita politica.
E' triste vedere come un uomo di 88 anni riesca a perdere credibilità e dignità colpo, dopo colpo, dopo colpo.
Ma un aumento ingiustificato del tuo già lauto salario, mentre il 70% degli italiani ha passato il Natale più povero degli ultimi 20 anni, e abbassarsi a rendere il messaggio di fine anno una mera propaganda elettetorale, non potevi pensare che passasse inosservato.
Nessuno pretende che tu sia all'altezza del vero presidente partigiano che qualche decennio fa ti ha preceduto, e nessuno pretende che gli italiani ascoltino te con la stessa passione con cui ascoltavano lui, ma toglierci anche il messaggio di fine anno per strumentalizzarlo pro agenda Monti, non ti sembra l'ennesima presa in giro?
Non era già bastato il lacerante, logorroico e soporifero show di Benigni qualche settmana fa come messaggio elettorale? Lui almeno è pagato per fare il giullare di corte, da lui ci si puo' aspettare un intervento ridicolo, ma tu sei il re, non puoi spogliarti così di una tale dignità.
Nel tuo sproliloquio politico hai nominato anche noi giovani disoccupati, noi" 1 su 3 disoccupati italiani", semplicemente per ricordarci che alle prossime elezioni dovremo votare chi veramente potrà fare i nostri interessi.
Mi sorge un dubbio, re Giorgio: tutto questo tuo accanimento elettorale non sarà mica dato del fatto che hai paura del buon Silvio e delle sue minacce circa una possibile inchiesta su di te e sul tuo regno? Fossi in te non mi preoccuperei, i colpi li pari bene....per non dire altro.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

FINALMENTE... ERA ORA CHE NOI ITALIANI FACESSIMO UNA COSA.. TUTTI INSIEME IN SEGNO DI PROTESTA !! CAZZO BASTA FARCI PRENDERE PER IL CULO !! BASTAAAAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!1

sergio ha detto...

spero sia cosi anche alle prossime elezioni politiche l'unico modo per mandare via politici corrotti e per cominciare a cambiare modo di governare

Aldo ha detto...

La gramigna deve essere separata dal GRANO

Angelo Vignolo ha detto...

Non è facile commentare la vostra nota, se non per dire che la condivido. Purtroppo dobbiamo ancora sopportarci questo Presidente della Repubblica che ci ha imposto un membro del Bildeberg come Presidente del Consiglio, il mio timore è che prima di scomparire ci imporrà ancora un'ultima scelta velenosa, visto che sarà lui a dare il mandato per il prossimo capo del Governo, ancora Monti. A quel punto non ci resterà che cambiare Paese.

Anonimo ha detto...

quando sento un discorso del genere che a sua volta va a favore del grande berlusconi sono felice penso che in italia purtroppo ci sono tanti pecoroni e qualcuno lo voterà questo monti mi dispiace solo che gli errori degli altri dovremo pagarli tutti FORZA BERLUSCONI

Seby Rahel ha detto...

E non è ancora finita! A febbraio verranno confermate molte lacune di memoria degli italiani, ma qualche Pilastro nel sistema mafio-piduista di questo Stato autocelebrante incomincerà a crollare. Finalmente un terremoto che non mieterà vittime innocenti. Poi i Cittadini passeranno all'incasso per il risarcimento cui dovranno dare fondo Napilitankaiser e i suoi complici, per risarcirli di tutti i debiti prodotti per favorire i loro amici camorristi e 'ndranghetisti. Un Popolo per quanto dormiens, prima o poi si sveglia e allora per i desposti ingannatori saranno dolori.

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe fare anche altro........ma quando? Io mi candido a capo dello stato quale presidente dittatore dei poteri deboli, adesso abbiamo quella dei poteri forti, BASTA, con sta pigliata per il c.... della democrazia mai esistita e creata solo a scopo dittatoriale per, appunto, i poteri forti, CON ME A CAPO FACCIO RINASCERE QUESTO MERAVIGLIOSO PAESE, RENDO ORGOGLIOSI GLI ITALIANI DI ESSERE TALI, OVVIAMENTE QUELLI ONESTI, GLI ALTRI DOVRANNO PIANGERE LACRIME DI SANGUE, ES ESPATRIARE, SI, ESPATRIARE, FINALMENTE ESPATRIERANNO I DELINQUENTI, NON LE PERSONE ONESTE, LE PERSONE CAPACI CHE NON VEDONO UN FUTURO QUI, NON SONO PAZZO, ma sognatore.....si

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi