Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura


Servono 1.000.000 di firme per mettere renzi e soci con le spalle al muro, con una legge di iniziativa popolare. Il comitato promotore ha raccolto 850.000 firme, tra web e dal vivo, i media non ne parlano e non ne parleranno, per evitare imbarazzi a Renzi, che sarebbe in difficoltà a dire NO alla cancellazione del vitalizio a corrotti, mafiosi e affini... vogliamo continuare a dire "tanto non cambia niente" - "tanto non serve a niente" o ci iniziamo a muovere per ottenere ciò che esigiamo? Una semplice firma conta più di quanto sembra. Grazie ai referendum non ci hanno imposto il nucleare, anche se c'è da dire che quello sull'acqua è stato disatteso... e più ne disattenderanno, più la gente aprirà gli occhi... calano i consensi e convincere la gente è sempre più difficile per loro... FIRMATE!!!
mercoledì 30 gennaio 2013

autobus
Un messaggio su facebook annuncia il definitivo stop dei mezzi pubblici nella città di Napoli.
Di Pasqualino Magliaro
L’Anm-Azienda Napoletana Mobilità è rimasta nei depositi perchè la società non può più garantire l'acquisto di carburante. Anche se la notizia girava da molto tempo tra le strade del capoluogo campano lo sgomento e il disagio dei cittadini sono stati altissimi.
Alcuni autobus - si apprende dalla stessa società - sono usciti per effettuare alcune corse, ma stanno rientrando nei depositi per esaurimento del gasolio nei serbatoi. Il blocco totale dei mezzi andrà in atto praticamente durante l’ora di punta e la società spiega "dei 600 autobus che circolavano fino al 2009 oggi necircolano meno di 350 perchè - sottolinea - tra tagli governativi e regionali, i contributi che ANM riceve per pagare stipendi, contributi, fare manutenzione di mezzi ed impianti, pagare le assicurazioni, comprare il gasolio, si sono ridotti del 40%".
Sul proprio sito internet l’Anm fa sapere che è "ovvio che non è più possibile fare le cose che si facevano prima" per cui l'Azienda non è nella condizione di "assicurare più mezzi, manutenerli etc". Non è questione di volontà o capacità - sottolinea - è questione di possibilità".

Secondo i dati riferiti dall'Anm, gli autobus in servizio la mattina del 30 gennaio sono stati in tutto una trentina rispetto ai 300 che normalmente circolano a Napoli; si spera in un nuovo rifornimento che possa garantire tutte le corse. Ma la situazione rimane critica.


Fonte: http://affaritaliani.libero.it/campania/napoli-caos-per-i-mezzi-pubblici300113.html

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi