Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

sabato 5 gennaio 2013
Usando la moneta elettronica e' possibile svendere una partita di droga, armi, qualsiasicosa , in tempi tali che i tempi di intervento umano delle forze dell'ordine sono a dir poco ridicoli: preparandosi adeguatamente, e' possibile far pagare il traffico , spezzettandolo in diverse partite, su tantissimi conti estero-su-estero , ad una velocita' tale che quando le vostre forze dell'ordine andranno a cercare la droga e le armi, non solo non saranno piu' sul posto, ma con ogni probabilita' non esisteranno neppure piu' le aziende fittizie create per le transazioni.
Di Uriel Fanelli
contantelibero-300x300
  
Ci sono tante dicerie su come sarebbe possibile risolvere ogni problema del mondo , su internet. Una e' quella di non far pagare il "signoraggio", con un risparmio che oggi sarebbe per l' Italia qualcosa come 500 milioni di euro e che dovrebbe risolvere ogni cosa. L'altro e' l'introduzione della moneta elettronica, ovvero l'abolizione della cosiddetta massa M0.
L'idea di queste persone e' che si possa commettere un atto illegale e lucroso solo perche' essenzialmente nessuno controlla in tempo reale i movimenti economici. Se tali movimenti venissero controllati, o fossero anche solo teoricamente controllabili, allora l'evasione sarebbe un problema risolto.
Il modo col quale si rendono "controllabili" tali movimenti sarebbe , secondo queste persone, la moneta elettronica.
Intendiamoci: solo qualche anno fa la cosa sarebbe stata, in gran parte, verissima. Faccio un esempio stupidissimo: moltissime escort avevano iniziato ad usare un lettore di carte di credito portatile, prendendo una partita IVA come "lezioni di lingua" o "interprete" , e rilasciando una ricevuta sonante con l'apposita dicitura.
Questo esempio mostra chiaramente i due punti deboli dell'assunzione.
Il primo e' che tracciare la transazione equivalga a tracciarne la natura. Poiche' ai non presenti e' praticamente impossibile sapere in che cosa sia consistita la transazione, e' altrettanto impossibile sapere se essa sia legale o meno. Se anche andassimo a lanciare una gigantesca query su un supercalcolatore, troveremmo semplicemente moltissime persone che lavorano come traduttrici.
Ma neanche questo e' vero: in realta' non e' nemmeno detto che le troveremmo: stiamo assumendo che, per esempio, la SIM su cui avviene la transazione sia italiana, e che il conto in banca in questione sia italiano. Nessuna di queste due affermazioni e' obbligatoriamente vera.
La nuova versione delle escort 2.0 (1) si e' fatta piu' scaltra ancora: usano uno smartphone con sopra l'applicazione Paypal. Usando questo metodo, riescono a fare l'intera transazione in maniera criptata, facendola estero-su-estero, e come se non bastasse possono comprare all'estero una simcard.
Adesso mettiamoci nei panni di un governo che volesse beccare queste transazioni. Essenzialmente, si tratterebbe di transazioni di cui conosciamo l'origine. Sappiamo che 100.000 persone pagano 500 euro per una non meglio specificata "prestazione da interprete". Non sappiamo di preciso a chi, perche' si tratta di una transazione che avviene via paypal, verso un utente straniero.
La domanda adesso e': come distinguere nella massa le vere interpreti (e massaggiatrici, e insegnanti di lingue, e insegnanti di Ikebana, e personal trainer, e cuoche a domicilio, e tutta la svariata gamma di servizi immateriali del caso) da quelle false?
Sicuramente la risposta sara': basta controllare di persona. Aha. Ma in questo caso, che genere di vantaggio ci ha dato la nostra moneta elettronica? Quello di avere un milione di sospetti di possibili evasori, su cui eseguire controlli, dopo aver fatto le necessarie rogatorie internazionali?
Andiamo per esempio al discorso dello spaccio di droga. Qualcuno pensa che con la moneta elettronica sarebbe impedito. Non si capisce, pero', il perche', anzi: una volta pagato il mio spaccino via paypal, al momento dell'incontro magari mi dara' quel che deve, ma intanto ho perso il momento del pagamento. In secondo luogo, non e' neanche detto che lo si debba passare: avvenuta via telematica la transazione, puo' semplicemente infilare una busta da qualche parte, basta che abbia le chiavi del cassetto del mio scooter parcheggiato. Il povero sbirro si troverebbe ad accusare di spaccio un tizio che infila una busta di coca in qualche posto, col proprietario che dice "mai visto prima, non so chi e'".
Con che cosa ci scontriamo in questo ipotetico caso?
  1. Se e' vero che la moneta elettronica lascia un record, e' anche vero che non necessariamente lo lascia dove puoi leggerlo. Le tecnologie attuali permettono di lasciare record in luoghi dove il ministro NON puo' guardare.
  2. Se un tempo il POS ve lo faceva solo la banca su una linea fissa, oggi esistono anche sistemi di pagamento mobili, e come se non bastasse anche sistemi di pagamento via WAP, totalmente crittati contro le intercettazioni.
  3. Le tecnologie elettroniche rendono enormemente piu' facili le operazioni estero-su-estero, anche su cifre piccole.
  4. Le tecnologie in uso per il commercio elettronico e lo scambio di soldi prevedono quasi tutte la cifratura, ovvero la possibilita' di sfuggire alle intercettazioni.
Ora, la domanda e': e' piu' facile intercettare una connessione RSA-crittata o intercettare una valigetta di soldi? La risposta e' ovvia: e' molto piu' facile beccare una valigetta coi soldi, spacchettare una buona connessione SSL e' estremamente piu' complesso che trovare dei contanti nascosti.
C'e' poi un'altra considerazione da farsi: non so se avete seguito le ultime inchieste giudiziarie italiane. Da Scaiola in poi, sembra che la nuova mazzetta non sia piu' un semplice pacchetto di soldi o movimento bancario di qualche tipo. Succede che il nostro corrotto fa la vita da nababbo, perche' semplicemente fa sapere in giro che e' interessato al tale appartamento, o che e' stato in vacanza in tale resort di lusso.
Senza dire nulla, e senza neanche parlare con lui, il corruttore si limita a pagare l'appartamento o il resort di lusso, senza nemmeno mai telefonare al corrotto o avere rapporti con lui. Il corrotto semplicemente constata silenziosamente che qualcuno gli ha pagato l'appartamento, sa benissimo che cosa il corruttore voglia in cambio, ma ovviamente per il magistrato e' possibile ricostruire tutto SOLO se ha avuto qualche motivo di intercettare tutta la vita della persona.
Che cosa voglio dire? Voglio dire molto semplicemente che i soldi sono un mezzo, ma anziche' scambiarsi dei soldi, ci si puo' scambiare semplicemente il mezzo. Ora, voglio dire, supponiamo che il mio prossimo libro sia un successo incredibile e venda 10000 copie.
Supponiamo che le venda a 70 sacchi ciascuna. E supponiamo che i soldi finiscano su un conto tedesco. Se anche lo stato italiano chiedesse a quello tedesco "controlla questo signore", io direi: "ehi, lo vedete? Ho scritto un libro, la gente sta comprando quello!". Lo stato tedesco mi direbbe allora "pagaci le tasse". Bene, io ci pagherei le tasse. MA se in Italia il compratore riceve una semplice pistina , che ne sa lo stato tedesco? Esso non puo' fare altro che constatare che qualcuno ha pagato 70 sacchi un libro che effettivamente ha scaricato. Che poi il cocainomane se ne fotta e riceva altro, e' un altro problema.
Quello che voglio dire e' che dietro al pagamento di qualcosa non deve semplicemente e comunque esserci la cosa, e che e' persino possibile che la cosa ESISTA (come nel caso dei resort e della casa pagata "ad insaputa")senza che il flusso finanziario sia facilmente riconducibile ad un traffico illecito.
Se un taglio di capelli da un barbiere costa 10 euro e da domani lo facciamo pagare 100 perche' ci vendiamo la pista, potete anche investigare sul flusso finanziario quanto volete: vedrete solo un parrucchiere molto costoso. Se il parrucchiere e' a domicilio, per esempio, il costo e' addirittura nella media.
Voi direte: ma allora poi e' il dealer che non riesce a giustificare il traffico. Neanche questo e' vero: esistono tantissimi modi per riciclare denaro. Moltissimi beauty center sono semplici bordelli: si chiama "attivita' di copertura". E non e' neanche detto che il dealer debba ricevere soldi dai pusher : puo' semplicemente riceverli direttamente dal cliente e lasciare al pusher l'incombenza di consegnare e di controllare il pagamento.
Ora, personalmente non vedo grossi ostacoli ad aprire delle attivita' di copertura: se e' vero che dopo dovrebbero pagarci le tasse sopra, (ammesso di usare le banche come sostituto di imposta , con un sistema dichiarativo non potreste) , e' anche vero che NON consumano MAI delle vere materie prima e del vero lavoro.
Se e' vero che il nostro idraulico che invece consegna la pista a casa ci dovra' pagare le tasse, e' anche vero che non spende una lira in materiali ed attrezzature. Ufficialmente avete chiamato un idraulico, ufficialmente e' venuto a casa vostra ad aggiustarvi il rubinetto, poi che cosa vi abbia portato e' da vedersi: di certo non ha le spese di un vero idraulico.
Qui entriamo cioe' in un loop alquanto strano, nel quale abbiamo scoperto una cosa: la transazione finanziaria non e' facilmente riconducibile alla NATURA del contratto commerciale sottostante. Dal punto di vista dell'osservatore, la transazione ha la sua natura NOMINALE.
Certo, questo richiede una nuova generazione di pusher e di prostitute, esperte nell'uso delle nuove tecnologie. Ma le nuove tecnologie permettono degli orizzonti di segretezza, elusione e di anonimato che le vecchie tecnologie non si potevano nemmeno sognare.
Le banconote reali non sono adatte al traffico estero-su-estero, le banconote reali non riescono ad usare canali crittati, le banconote materiali non riescono a nascondere la natura materiale del contratto , ma specialmente le banconote reali SONO LENTE.
Usando la moneta elettronica e' possibile svendere una partita di droga, armi, qualsiasicosa , in tempi tali che i tempi di intervento umano delle forze dell'ordine sono a dir poco ridicoli: preparandosi adeguatamente, e' possibile far pagare il traffico , spezzettandolo in diverse partite, su tantissimi conti estero-su-estero , ad una velocita' tale che quando le vostre forze dell'ordine andranno a cercare la droga e le armi, non solo non saranno piu' sul posto, ma con ogni probabilita' non esisteranno neppure piu' le aziende fittizie create per le transazioni.
Certo, ripeto: occorre una nuova generazione di pusher, di clienti, di prostitute, di evasori fiscali, ma questo e' fuori di dubbio. Ogni nuova tecnologia produce un adattamento del crimine: quelle che hanno difficolta' ad adeguarsi, quelle che sono sempre lente e che sono sempre un passo indietro sono, semmai, LE FORZE DELL'ORDINE.

Qualcuno crede che offuscare il traffico sia possibile solo per piccole cifre, e che prima o poi il grande fiume di denaro lo trovero' quando arriva al grande trafficante. Illusi.
Siamo in un mondo nel quale un hedge fund puo' mettere a bilancio la vera natura delle sue operazioni soltanto dopo la loro fine, e di fatto nemmeno quella: si tratta di oggetti che muovono, in una situazione contabile e giuridica che rende impossibili i controlli, migliaia di miliardi di dollari ogni anno. E secondo voi, in queste condizioni, sarebbe impossibile nascondere un traffico di droga che cuba 100 volte meno? Cosa impedisce ad un mafioso di farsi un hedge fund insieme ad altri soci? Potrebbe riciclare il denaro al ritmo di 5 transazioni al secondo, e in pochissimi giorni far sparire miliardi e miliardi in una babele di scatole cinesi , immerse in un enigma e avvolte nel mistero, come attualmente accade con quel tipo di entita' finanziarie. Le quali, sia chiaro trattano SOLO moneta elettronica.
Chi spera nella moneta elettronica come portatore di legalita', insomma, dimentica che:
  1. Esistono da decenni delle forme societarie, come gli hedge fund, capaci di offuscare la reale natura delle operazioni finanziarie, pur operando al 100% mediante moneta elettronica. Su scala enorme.
  2. La moneta elettronica si muove ad una velocita' enorme, e compie con estrema facilita' distanze geografiche e giuridiche impensabili per la moneta materiale.
  3. La moneta elettronica si muove su canali cifrati, vantaggio che la moneta materiale non ha , ovvero dispone di uno strumento che rende impossibile intercettarne il movimento.
  4. La moneta elettronica permette la transazione immateriale, rendendo cosi' difficilissima l'osservazione della transazione sottostante.
Tutti i vantaggi nei quali sperano i sostenitori della moneta elettronica annegano miseramente in una di queste quattro diciture. Lo spacciatore ha a disposizione canali criptati per gli spostamenti piccoli. Il dealer ha a disposizione forme sociali, come la holding o l'hedge fund, per nascondere il capitale consolidato. La polizia si scontra immediatamente con la cifratura delle connessioni, il magistrato con la lungaggine delle rogatorie internazionali paragonata alla velocita' delle transazioni elettroniche.
Certo, tutto lascia una traccia.

La traccia della sconfitta di coloro che pensavano di ottenere dalla moneta elettronica qualcosa, e che otterranno l'esatto contrario.


Fonte: keinpfusch.net - tratto da Frontediliberazionedaibanchieri.it

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi