Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

Cosa ti spaventa di più in questo momento?

domenica 27 gennaio 2013
cottura vapore cover

Di Marta Albè - greenme.it

Come cuocere a vapore. Tra i diversi metodi per la preparazione dei cibi, la cottura a vaporerappresenta una alternativa particolarmente salutare, oltre che ecologica e volta al risparmio economico, energetico e di tempo.
Pensando alla cottura al vapore, alcuni di noi potrebbero richiamare alla mente alcuni piatti della cucina orientale, altri invece potrebbero annoverare la cottura al vapore tra le opzioni per ottenere dei piatti particolarmente leggeri.
Non soltanto sono sempre di più le personeincuriosite dalla cottura al vapore, in quanto alla ricerca di metodi di cottura maggiormente ecologici e salutari, anche la ristorazione inizia ad introdurre con frequenza tale metodo di cottura nei locali aperti al pubblico, tanto che a Milano è nato da pochi mesi That's Vapore, un ristorante dove è prevista tale tipologia di cottura per la maggior parte delle pietanze del menù.
Tale metodo di cottura può essere comunque effettuato in casa con grande facilità. Quali sono i vantaggi della cottura al vapore e quali strumenti è possibile utilizzare per ottenere i migliori risultati?

I vantaggi della cottura a vapore

La cottura a vapore presenta un enorme vantaggio per la salute, che consiste nel permettere che le sostanze preziose presenti negli alimenti, come vitamine e sali minerali, non vengano disperse nell'acqua di cottura che successivamente verrà scolata, come avviene ad esempio nel corso della cottura tramite bollitura.

In questo modo si potranno ottenere cibi più ricchi dal punto di vista nutrizionale. Non si tratta però dell'unico lato positivo della cottura a vapore. Attraverso di essa, soprattutto per quanto riguarda le verdure, i cibi tendono a mantenere un sapore molto più ricco, corposo e naturale. Inoltre, la cottura a vapore avviene senza aggiungere grassi, permettendo la preparazione di pietanze leggere e dall'apporto calorico contenuto.
La cottura a vapore permette allo stesso tempo di risparmiare dal punto di vista dell'energia consumata per la cottura e del tempo utilizzato per la preparazione delle pietanze. La cottura delle verdure, ad esempio, non richiede solitamente più di 15 minuti. Al di sopra di una stessa pentola posta sul fornello possono essere impilati più cestelli per la cottura a vapore, in modo da permettere la preparazione di più pietanze contemporaneamente.
206.45C'è di più in proposito. Il vapore sprigionato nel corso della cottura prolungata di legumi secchi, di un brodo di verdure o di un minestrone, può essere sfruttato per procedere con la preparazione al vapore, in contemporanea, di altre pietanze da posizionare in uno degli appositi cestelli, che verranno collocati al di sopra della pentola. Durante la cottura a vapore, la fiamma del fornello non solo può rimanere al minimo, ma a volte può anche essere spenta qualche minuto prima del termine della cottura, quando il vapore si sarà ormai ben formato, in modo da poter risparmiare ulteriormente sui propri consumi.

Gli strumenti della cottura a vapore

Per la cottura a vapore non è necessario avere a disposizione strumenti particolarmente costosi. Chi si trova già in possesso di una pentola con colapasta in acciaio incorporatopotrebbe avere già trovato una soluzione da mettere in pratica per la cottura a vapore, posizionando le pietanze all'interno del colapasta, e dell'acqua sul fondo della pentola. Esistono inoltre dei supporti utili per distanziare il colapasta dal fondo, se fosse necessario.
vaporiera-bamboo-gianniniIn alternativa, per pochi euro è possibile acquistare in molti punti vendita di accessori per la casa e per la cucina dei cestelli per la cottura al vapore in metallo o in bambù. I cestelli in bambù richiamano direttamente la tradizione culinaria orientale e sono solitamente offerti come già dotati di coperchio. L'unico accorgimento consiste nel controllare di scegliere la misura più adatta alle pentole già in proprio possesso, su cui il cestello in bambù verrà posizionato.
In alternativa, è possibile acquistare un cestello in metallo dal fondo bucherellato, adatto per la cottura a vapore. Le dimensioni di questo tipo di cestello dovranno adattarsi sia ad una delle vostre pentole che ad un vostro coperchio, in modo che esso possa essere posizionato sulla pentola in maniera corretta e coperto completamente durante la cottura. Solitamente questo tipo di cestelli in metallo si adattano alla maggior parte delle pentole.
cestello
Altre opzioni per la cottura a vapore sono rappresentate da forni, ora disponibili anche per le cucine casalinghe, che presentano una funzione apposita, e da vaporiere elettriche, che però presentano lo svantaggio di essere solitamente costituite da vaschette di plastica, che non rappresenta esattamente il materiale più adatto da tenere a contatto con gli alimenti e che può contribuire ad alterarne il sapore .
Il costo di una vaporiera elettrica può essere decisamente superiore rispetto al prezzo di acquisto di uno o più cestelli in acciaio o in bambù. Si tratta di un elettrodomestico che può essere considerato comodo da alcune persone, ma di cui è possibile fare a meno.
Inoltre occupa più spazio rispetto ai semplici cestelli e, nel caso in cui non la si possa collocare in una posizione permanente in cucina, la si dovrà smontare e rimontare ogni volta, facendo apparire la cottura al vapore come più impegnativa di quanto lo sia realmente.

Alcuni suggerimenti

Nella cottura a vapore la semplice acqua da versare nella pentola può essere sostituita da brodo di verdure, oppure può prevedere l'aggiunta di erbe aromatiche fresche o essiccate, come salvia, timo e rosmarino, in modo da rendere le pietanze in preparazione ancora più saporite in maniera completamente naturale.
Durante la cottura a vapore, l'acqua presente nella pentola non deve mai arrivare a toccare le pietanze. Per questo motivo la quantità di acqua non dovrebbe mai superare la metà del volume della pentola. La quantità d'acqua non deve comunque essere eccessivamente scarsa, per evitare di bruciare e rovinare il fondo della pentola.
vaporiera
Una volta conclusa la cottura a vapore con sola acqua, essa potrà essere riutilizzata per il lavaggio delle stoviglie o lasciata raffreddare e impiegata per l'annaffiatura delle piante, o ancora, sfruttata per la normale cottura di altri alimenti, come la pasta, i cerali in chicco o i legumi.

Fonte: http://www.greenme.it/mangiare/cucina/9496-come-cuocere-a-vapore

0 commenti:

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi