Help

Help
Se apprezzi il nostro lavoro, aiutaci a rinnovare il blog

Post più popolari

Powered by Blogger.
*** Clicca su "follow" per iscriverti agli aggiornamenti Facebook di Alessandro Raffa, portavoce di nocensura.com: in caso di problemi o di censura, resterai in contatto con noi! Clicca QUI per iscriverti alla nostra pagina Facebook. Siamo presenti anche su twitter: http://twitter.com/nocensura e su Google Plus: http://plus.google.com/+nocensura

lunedì 28 gennaio 2013
Di Rosa Schiano

Il senso di umanita' si misura anche nel rispetto per gli animali. Parentesi condominiale. Nell'ultima circolare del mio condominio del 23 gennaio, hanno scritto " e' vietata la somministrazione di cibo ai gatti randagi, onde evitare che gli stessi circolino liberamente nelle aree condominiali "
Sotto il mio edificio viveva una colonia di gatti, ora ne sono rimasti in pochi.
Immagino vi siano altri casi in Italia come questo. Vorrei ricordare che le colonie di gatti sono tutelate dalla legge 281/91. Questa legge tutela queste colonie vietando qualsiasi forma di maltrattamento nei loro confronti. Per maltrattamento si intende anche ostacolarne il nutrimento ed impedirne il riparo. E' inoltre vietato spostare le colonie feline dal loro insediamento di origine, salvo in casi eccezionali, per tutelare la sopravvivenza degli animali.
Impedire il nutrimento a degli animali senza il quale non potrebbero piu' sopravvivere e' un gesto disumano.
Il senso di umanita' si misura anche nel rispetto degli animali, che non hanno certo la possibilita' di difendersi dalle aggressioni dell'uomo.
In alcuni paesi, ed in Palestina, dove ho vissuto un anno e mezzo, e dove seppur in condizioni disagiate, i gatti vivono liberi fra le famiglie, una circolare del genere sarebbe considerata al limite dell'assurdita'
Impariate ad essere piu' solidali e piu' umani, impariate il significato della condivisione del luogo e del pasto, anche con chi non e' "umano", ma che di "umanita' " ha da vendere.



Dal profilo Facebook di Rosa Schiano

1 commenti:

Rebora ha detto...

purtroppo gli "umani" lo sono solo a parole. Anche nel nostro quartiere abbiamo persone che detestano i gatti e pretenderebbero che li lasciassimo morire di fame, con la scusa che "intanto devono mangiare i topi, e se hanno la pancia piena non li uccidono". Ho risposto all'"umano" se lui riuscirebbe a lavorare con la pancia vuota. Quei poveri mici, tutti sterilizzati, tengono lontani i topi dai giardini, e questo è già un buon servizio che ci fanno.

I migliori libri di contro-informazione. La verità ci renderà liberi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

cerca sul blog

Caricamento in corso...

Archivio articoli

Gli articoli sono ordinati in ordine cronologico; (i più recenti in cima) clicca sul titolo per aprire l'articolo

Blog Archive


Apprezzi il nostro lavoro? Aggiungi il nostro logo al tuo sito!

Lettori fissi